TV e Spettacolo

È morto Nino Castelnuovo, addio all’attore amato volto del cinema e della tv: aveva 84 anni

Nino Castelnuovo si è spento all'età di 84 anni, e l'annuncio arriva dalla famiglia: addio al famoso volto del grande e piccolo schermo, morto dopo lunga malattia
Morto Nino Castelnuovo

Lutto nel mondo del cinema e della televisione italiana: è morto l’attore Nino Castelnuovo, volto amato di tanti film e spot televisivi. A darne l’annuncio è la famiglia, stretta nel dolore per la perdita dell’artista scomparso all’età di 84 anni.

È morto Nino Castelnuovo, l’attore aveva 84 anni

La notizia della morte di Nino Castelnuovo si è abbattuta sul mondo dello spettacolo italiano in queste ore. L’artista, attore con alle spalle una ricca carriera tra cinema e televisione, si è spento ieri a Roma all’età di 84 anni, come reso noto in questo momento dall’Ansa.

A darne la notizia la moglie M. Cristina, il figlio Lorenzo e la sorella Marinella. In una nota, la famiglia dichiara che “si chiude nel dolore per la perdita del caro Nino e richiede comprensione e riservatezza in questo momento difficile“. I funerali di Nino Castelnuovo si terranno in forma strettamente privata nella Capitale.

Addio a Nino Castelnuovo, dai grandi film allo spot della “staccionata”

Classe 1936, Nino Castelnuovo, all’anagrafe Francesco Castelnuovo, era originario di Lecco, e il prossimo 28 ottobre avrebbe compiuto 85 anni.

Secondogenito di quattro figli, ha due fratelli maschi, Pierantonio e Clemente, e una femmina, Marinella.

Il suo esordio al cinema risale al 1959, sul set della pellicola Un maledetto imbroglio, di Pietro Germi, e nella sua carriera ha recitato anche in altri film tra cui Il gobbo, di Carlo Lizzani e Rocco e i suoi fratelli (1960), di Luchino Visconti.

La grande popolarità è arrivata grazie al ruolo di Renzo Tramaglino nella riproduzione televisiva de I promessi sposi, trasmessa sulla rete ammiraglia Rai nel 1967 per la regia di Sandro Bolchi. Castelnuovo ha recitato anche in una delle pellicole più premiate di sempre, Il paziente inglese (1996) e in Italia il pubblico lo ricorda anche per la sua presenza come storico testimonial nella pubblicità dell’Olio Cuore, in cui il suo salto oltre la staccionata è rimasto impresso nella storia degli spot televisivi.

Potrebbe interessarti