Cronaca Italia

Accoltellamento sul bus a Rimini: ci sono aggiornamenti sulle condizioni del bimbo di 6 anni ferito alla gola

Il bimbo di 6 anni, tra le 5 vittime dell'accoltellamento iniziato su un bus di Rimini, è stato operato nella notte: gli ultimi aggiornamenti sulle sue condizioni
fuori pericolo il bimbo di 6 anni accoltellato a rimini

Aggiornamenti sulle condizioni di salute del bimbo di 6 anni accoltellato ieri sera nella follia di Rimini. Il minore è tra le 5 persone ferite da un 26enne di origini somale arrestato per tentato omicidio, lesioni e rapina. I momenti di terrore sono iniziati su un autobus e sono proseguiti per le vie della città.

Rimini, fuori pericolo il bimbo accoltellato dal 26ennne somalo

Le condizioni del bimbo finito al centro della follia dell’autobus di Rimini erano sembrate immediatamente drammatiche: il giovane era ritenuto in gravissimo rischio di vita, ma pochi minuti fa le agenzie hanno battuto una notizia che restituisce un po’ di speranza in mezzo alla tragedia.

Il bimbo di 6 anni è fuori pericolo, hanno riferito i sanitari: operato nella notte all’Ospedale Infermi dopo essere stato accoltellato alla gola, non è più in pericolo di vita ma rimane in prognosi riservata, comunque grave.

Il bimbo, riportano le fonti, è figlio di una coppia originaria del Bangladesh e avrebbe iniziato il suo primo giorno di scuola proprio domani mattina. Ieri, invece, la tragedia: l’assessore comunale di Rimini, riporta RaiNews, ha descritto la sua famiglia come “Una storia di integrazione riuscita” e comprensibilmente sta vivendo ore drammatiche per la sorte del bambino.

Follia a Rimini: accoltellate 5 persone, la dinamica del dramma

La vicenda ha profondamente scosso la città e l’opinione pubblica: tutto è accaduto nel pomeriggio di ieri sull’autobus numero 11 tra Riccione e Rimini, quando a un 26enne di origine somala, che viene riportato essere in Europa dal 2015 e aver fatto domanda d’asilo il vari Paesi, è stato chiesto il biglietto. L’uomo a quel punto avrebbe estratto un coltello e avrebbe colpito 2 controllori alla spalla e al collo, di striscio.

Quindi, la fuga sul lungomare. Ha provato a rubare un’auto minacciando gli automobilisti, ma invano. Poi, la fuga è proseguita fino a quando non ha trovato sulla sua strada la famiglia col bimbo di 6 anni: ha colpito il bimbo alla giugulare, recidendogliela.

L’uomo è stato bloccato e arrestato per tentato omicidio, lesioni e rapina. Al momento è esclusa la pista del terrorismo, ma sono in corso verifiche per capire se il 26enne autore del folle gesto fosse sotto l’effetto di sostanze. Era ospite di una struttura della Croce Rossa e ad un primo controllo risulterebbe senza precedenti penali rilevanti.

Potrebbe interessarti