Animali a chi?

Delfini macellati durante la caccia alle balene: le immagini di una strage senza precedenti nelle Isole Faroe

Quest'anno, le vittime non sono state solo le balene: la Grindadrap ha portato al massacro anche di migliaia di delfini. Non era mai successo prima
isole faroe mattanza delfini

Domenica scorsa si è svolta la tradizionale caccia alle balene delle Isole Faroe, un evento antico di secoli da sempre osteggiato dagli ambientalisti. Quest’anno, a scatenare polemiche ancora più dure è stata la mattanza di quasi 1.500 delfini.

Mattanza di balene e delfini alle Isole Faroe: numeri allarmanti

Le Isole Faroe, situate tra Islanda e Scozia, da secoli perpetrano la caccia alle balene, la Grindadrap. I mammiferi vengono attirati a riva dalle imbarcazioni dei partecipanti e, una volta spiaggiati, sono macellati con coltelli, arpioni, perfino trapani.

Le immagini, molto cruente e che per questo si trovano al fondo dell’articolo, mostrano ancora una volta il mare del colore del sangue e i resti dei cetacei allineati sulla battigia di Skalabotnur a Eysturoy.

I numeri dei cetacei massacrati, però, quest’anno hanno amplificato le ire degli ambientalisti: mentre per la BBC ogni anno vengono macellate circa 600 balene e 35-40 delfini, la ONG Sea Sheperd denuncia la mattanza di 1.428 delfini.

Mattanza di delfini senza precedenti, anche cuccioli

Una cifra del genere si era sfiorata solo nel 1940 con l’uccisione di 1.200 delfini.

I media locali riportano l’ammissione di Olavur Sjurdarberg, presidente dell’associazione dei balenieri delle isole, secondo cui “È stato un grande errore“. Le migliaia di delfini macellati avrebbe suscitato orrore anche nella popolazione che, secondo un sondaggio effettuato dalla tv pubblica Kringvarp Foroya, sarebbe contraria per il 50% alla caccia dei delfini. Solo il 20% si sarebbe però dimostrata contraria anche alla caccia alle balene.

Tra i 1.428 delfini massacrati, appartenenti alla specie dei lagenorinchi acuti, secondo la Sea Sheperd vi sarebbero stati anche cuccioli e femmine incinte.

La Grindadrap incontra da anni l’opposizione degli attivisti per i diritti degli animali, in particolare la Blue Planet Society ha più volte esortato le autorità danesi e l’Unione Europea a fermarla. Tuttavia, la caccia nelle isole del Nord Atlantico non è a scopo commerciale ed è autorizzata, trattandosi anche di una delle più grandi risorse economiche delle Isole Faroe.

Vedi il post su Facebook (attenzione! Immagini forti che potrebbero urtare la vostra sensibilità)

Potrebbe interessarti