Cronaca Nera

Antonietta Canu ritrovata morta ad Alghero: possibile svolta nel caso, indagato il nipote della 71enne

Il nipote di Antonietta Canu, 71enne scomparsa ad agosto ad Alghero e ritrovata morta a inizio settembre vicino casa, è indagato per omicidio volontario: le ultime sul caso
antonietta canu nipote indagato per omicidio

Potrebbe esserci una svolta nel caso di Antonietta Canu, 71enne ritrovata morta ad Alghero quasi due mesi dopo la sua scomparsa. Si apprende infatti che dietro alla sua morte per gli inquirenti potrebbe esserci un atto violento e che ci sarebbero abbastanza elementi per far pensare ad un omicidio. Ci sarebbe anche un indagato, il nipote della vittima.

71enne morta ad Alghero: si indaga per omicidio

Era il 13 luglio scorso quando la 71enne Antonietta Canu è sparita nel nulla.

A questo giorno risale il suo ultimo avvistamento della donna di Maristella, nel Sassaresse, da parte dell’autista di un bus che collega Alghero con Fertilia. La donna è stata vista scendere in zona Porta Terra e poi il nulla fino a inizio settembre: il corpo di Antonietta è stato trovato a poche centinaia di metri dalla sua casa di Maristella. Come riportato dalle fonti locali, il cadavere era in avanzato stato di decomposizione, quasi mummificato, tra la vegetazione di un terreno incolto. I primi esami avevano escluso segni di violenza ma ora le cose sembrano cambiate.

Le fonti locali riferiscono infatti che dall’autopsia eseguita ieri sarebbero emersi abbastanza elementi per ipotizzare che la 71enne Antonietta sia stata uccisa.

Tra gli elementi presi in esame, il fatto che per gli inquirenti sia improbabile che il corpo della donna sia potuto rimanere 2 mesi a meno di 200 metri da casa senza che nessuno se ne accorgesse. Quindi, l’ipotesi è che sia stato spostato.

Morte di Antonietta Canu: indagato il nipote della 71enne

Da qui si è arrivati alla svolta improvvisa legata al caso della 71enne, una delle due ad essere sparite nella zona nel corso dell’estate. Le attenzioni di chi cerca di scoprire la verità sulla sua morte si sono infatti spostate sul 34enne nipote di Antonietta, Antonio Caaldi, che viveva con la donna a Maristella.

Il sostituto procuratore Enrica Angioni ha deciso di iscrivere il nipote di Antonietta Canu al registro degli indagati con l’accusa di omicidio volontario.

L’uomo, riporta la Nuova Sardegna, è già stato interrogato dai Carabinieri di Alghero dopo il ritrovamento del corpo della zia, lo scorso 5 settembre e già da allora sarebbe risultato sospetto. Troppi i dubbi nella ricostruzione fornita dal 34enne, ufficialmente indagato ora per la morte dell’anziana zia.

Fondamentale sarà l’esito dell’autopsia, i cui risultati verranno depositati il prossimo 15 novembre.

Potrebbe interessarti