Good News

Bambina di 9 anni trova una bottiglia con un messaggio misterioso,scritto dal Giappone 37 anni fa

Una bambina di 9 anni trova sulla spiaggia una bottiglia con all'interno una lettera scritta 37 anni prima. Aprendola, e leggendola, la piccola e la sua famiglia hanno fatto una scoperta
messaggio in bottiglia trovato alle Hawaii

In una realtà come quella odierna, fatta di SMS, mail e tecnologie sempre più all’avanguardia, l’immediatezza la fa da padrone. Il ritmo frenetico che contraddistingue la nostra società, non lascia spazio ad imprevisti e incovenienti. La vita è però ricca di sorprese, che non siamo in grado controllare e tantomeno di prevedere. Un esempio è ciò che è successo ad una bambina di nove anni, che ha ritrovato per caso, sulla spiaggia, una bottiglia con un messaggio dal passato.

Bimba di 9 anni trova un messaggio in una bottiglia

Su una spiaggia delle Hawaii, una bambina di 9 anni, ha trovato una bottiglia contenente un messaggio scritto 37 anni fa.

Abbie Graham, questo è il nome della piccola, ha rinvenuto la bottiglia durante una passeggiata fuori porta con i genitori.

Il misterioso messaggio avrebbe percorso diversi chilometri tra le correnti oceaniche. Rilasciato nella corrente di Kuroshio, vicino all’isola di Miyajima, il reperto è stato ritrovato presso l’ Hawaiian Paradise Park . Il tutto è avvenuto per pura casualità e ha lasciato senza parole anche la famiglia di Abbie.

Il progetto scolastico dietro la lettera misteriosa

All’interno della bottiglia era presente una lettera, a scriverla è stato un gruppo di studenti della scuola superiore giapponese Choshi High School, nel luglio del 1984. La richiesta era una: in caso di ritrovamento, la bottiglia doveva essere restituita all’istituto che l’aveva rilasciata sulla costa di Choshi, città della prefettura di Chiba. I contatti relativi alla scuola sono stati scritti in tre lingue: inglese, giapponese e portoghese, probabilmente per permettere a un maggior numero di persone di decifrare il contenuto del messaggio.

La bottiglia viene restituita alla Choshi High School

Abbie ha quindi scritto un messaggio alla scuola giapponese proprietaria della bottiglia, aggiungendo un disegno di lei e della sorella, intente a mangiare una porzione di sushi. La piccola ha anche affermato di non vedere l’ora ritornare alla ricerca di altre bottiglie misteriose, spinta dall’entusiasmo scaturito dalla prima sua scoperta. Il vice preside della Choshi High School ha espresso il suo stupore in merito a quest’ultimo ritrovamento: “Pensavamo che l’ultima fosse stata trovata a Kikaijima. Non ci saremmo mai immaginati che un’altra bottiglia sarebbe stata trovata ben 37 anni più tardi“.

La gratitudine e le speranze dei ricercatori

Un nuovo gruppo di studenti ha scritto ad Abbie e alla sua famiglia numerose lettere di ringraziamento, corredate da una miniatura della bandiera giapponese. Quest’ultimo ritrovamento ha riacceso la speranza dei ricercatori, che attendono con ansia ulteriori segnalazioni da qualunque parte del mondo.

Bottiglie ritrovate nel mare: i dati degli ultimi anni

Le bottiglie rilasciate dalla Choshi High School sono 450 nel 1984 e 300 nel 1985. Secondo l’ANSA, l’ultimo ritrovamento risale al 2002 sull’isola di Kikaijima.

L’esperimento per monitorare le correnti dell’oceano è stato sospeso nel 2007 , ma questa recente scoperta potrebbe mettere nuovamente in moto l’intera iniziativa. Dal 1984, 51 bottiglie sono state ritrovate in 17 luoghi diversi del mondo, tra cui l’isola giapponese di Okinawa, le Filippine, la Cina e gli Stati Uniti e restituite alla scuola.

Potrebbe interessarti