TV e Spettacolo

Hammamet: la trama e il cast del film con Pierfrancesco Favino nel ruolo di Bettino Craxi

Il racconto degli ultimi mesi di vita dell'ex Presidente del Consiglio Italiano Bettino Craxi è impreziosito da una grande prestazione di Pierfrancesco Favino, che porta sullo schermo un uomo ormai solo e pieno di rancore.
HAMMAMET

La proposta di Rai3 per la prima serata di venerdì 1 ottobre 2021 è un film in prima visione assoluta che racconta gli ultimi sei mesi di vita di Bettino Craxi, ex Presidente del Consiglio Italiano coinvolto in seguito nelle inchieste di Mani pulite e con due condanne definitive per corruzione, costretto ad un esilio volontario terra straniera. La pellicola dal titolo Hammamet va in onda sul terzo canale della televisione pubblica a partire dalle ore 21:20 circa. La trama ed il cast completo del film che vede Pierfrancesco Favino nel ruolo del protagonista.

Hammamet: il cast e le curiosità della pellicola in onda su Rai3

Hammamet è un film del 2020 diretto da Gianni Amelio, regista italiano dalla lunga carriera qui alla sua ultima fatica dopo i successi raccolti con altri titoli come La tenerezza ed Il primo uomo.

La pellicola racconta gli ultimi mesi di vita di Bettino Craxi con alcuni espedienti narrativi che consentono al regista di inserire dei personaggi con nomi fittizi senza citare o portare sullo schermo personaggi realmente esistiti a parte gli affetti del protagonista.

Il ruolo principale spetta ad un irriconoscibile Pierfrancesco Favino, calato perfettamente nella parte tanto da essere candidato ai David di Donatello come miglior attore protagonista senza però riuscire a portare a casa l’ambita statuetta. Al suo fianco compaiono Silvia Cohen ad interpretare la moglie dell’ex Presidente, Claudia Gerini nei panni della sua amante ed anche il caratterista Adolfo Margiotta, che prende le vesti di un attore.

Hammamet: la trama del film

Bettino Craxi è ormai rilegato, volontariamente, nella cittadina tunisina di Hammamet. Il Presidente ha infatti lasciato l’Italia dopo le condanne che lo hanno giudicato colpevole di corruzione e finanziamento illecito al partito.

Solo e lontano dalle dinamiche politiche di un tempo, attraversa un viaggio interiore mentre combatte con la malattia durante la parte finale della sua vita. La narrazione prende corpo nei confronti con i personaggi che lo raggiungono in Tunisia, come Fausto ed un ospite politico che gli era stato nemico a lungo.

Potrebbe interessarti