Programmi TV

Federica Panicucci crolla ricordando il padre a Verissimo: anche Silvia Toffanin scoppia in lacrime

Federica Panicucci ricorda fra le lacrime il padre Edoardo in un'intervista a Verissimo: il racconto di fronte a una Silvia Toffanin che non trattiene l'emozione e le lacrime
silvia-toffanin-federica-panicucci-lacrime-verissimo

Federica Panicucci crolla a Verissimo ricordando una delle figure per lei più importanti: il papà Edoardo. La conduttrice confessa di non aver ancora metabolizzato il dolore per la sua scomparsa, che ha lasciato un vuoto incolmabile nella sua vita. “È andato via un po’ presto” rivela, prima di crollare in lacrime. Anche Silvia Toffanin non trattiene l’emozione ascoltando il racconto della sua ospite.

Federica Panicucci ricorda il padre a Verissimo

Federica Panicucci ha nel cuore un dolore difficile da elaborare ancora oggi.

La perdita del padre Edoardo nel 2016 è una ferita ancora aperta, soprattutto per via del rapporto speciale che li univa. Ancora adesso, infatti, la conduttrice lo ricorda con profondo dolore, come avvenuto oggi pomeriggio nel salotto di Verissimo. Ospite dell’amica e collega Silvia Toffanin, la Panicucci ha ripercorso attraverso alcune clip le tappe più importanti della sua vita e carriera.

Fra queste rientra anche uno dei capitoli più dolorosi: la morte del padre, che la conduttrice ricorda così: “Mio padre stava tantissimo con noi e ha dato molto ai miei figli“.

E, crollando in lacrime, aggiunge: “È andato via un po’ presto…“.

Silvia Toffanin in lacrime per il racconto di Federica Panicucci

La dipartita di papà Edoardo, nonostante il dolore, non è stato un vero e proprio addio. La sua figura è infatti ricorrente nei sogni di Federico Panicucci, segno di un legame destinato a durare oltre: “Lo sogno tantissimo, sogno che mi abbraccia, che mi sorride e questo mi fa stare bene, perché lo sento vicino e sento che lui c’è“.

Silvia Toffanin, compartecipe del dolore della sua ospite, non trattiene l’emozione e si lascia andare alle lacrime ascoltando il racconto.

Il clima in studio si fa commosso, con Federica Panicucci che non riesce a trattenersi: “Quando la mia mente va lì, devo fermarmi e cercare di spostare la mia attenzione da altre parti. Perché ancora io non l’ho elaborata, è stato così veloce. In neanche tre mesi alla fine l’ho perso. Quindi vivi questi giorni come un regalo perché ce l’hai ancora ma con la consapevolezza che non ce l’avrai più“.

Potrebbe interessarti