Programmi TV

Porta a Porta, appuntamento speciale in onda in prima serata: Bruno Vespa analizza l’esito delle elezioni

Le elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre 2021 forniscono a Rai1 l'occasione per un'analisi approfondita del voto andato in scena come sempre condotta da Bruno Vespa.
bruno vespa

Lunedì 4 ottobre 2021 arriva in prima serata su Rai1 l’appuntamento con Porta a Porta – Speciale Elezioni. Il conduttore Bruno Vespa condurrà dallo storico studio una puntata all’insegna dell’analisi dell’esito delle elezioni che hanno portato alle urne circa 12 milioni di italiani nella tornata del 3 e 4 ottobre 2021. L’appuntamento andrà in onda oggi a partire dalle ore 21:30 circa e vedrà coinvolti i maggiori opinionisti politici e i direttore delle maggiori testate giornalistiche. Quello che c’è da sapere su Porta a Porta – Speciale Elezioni.

Porta a Porta – Speciale Elezioni: Bruno Vespa all’analisi del voto

Va in onda questa sera lunedì 4 ottobre 2021 in diretta in prima serata su Rai1 a partire dalle ore 21:30 va in onda l’appuntamento speciale con Bruno Vespa ed i suoi tanti ospiti che andranno ad analizzare e commentare l’esito delle elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre 2021.

La trasmissione si sposta dalla sua storica collocazione della seconda serata per fornire ai telespettatori una attenta analisi della tornata di elezioni di questi due giorni andata in scena per oltre 12 milioni di italiani.

In collaborazione con il TG1, che fornirà puntuali interventi con interviste ai politici e contributi dalle sedi di partito, il conduttore avrà anche la possibilità di ospitare svariati leader politici ed i direttori dei maggiori giornali nostrani.

Le elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre 2021

Le elezioni amministrative “in scena” il 3 e 4 ottobre 2021 hanno chiamato alle urne gli italiani per il rinnovo di 1.192 amministrazioni comunali, per le elezioni suppletive dei posti rimasti vuoti alla Camera e per l’elezione del nuovo consiglio e Presidente regionale in Calabria.

Tanti i piccoli comuni coinvolti in questa tornata che ridisegnano i propri confini amministrativi insieme ad alcune grandi città come Roma, Torino, Napoli, Milano, Trieste e Bologna.

Proprio in alcuni di questi centri i cittadini potrebbero tornare a votare tra due settimane nel caso in cui nessuno dei candidati coinvolti nelle elezioni dovesse riuscire a superare il 50% più uno di voti validi.

Potrebbe interessarti