Cronaca Italia

Incendio in un deposito Atac Tor Sapienza: 30 bus distrutti a Roma. Le immagini dal luogo del rogo

C'è stato un incendio in un deposito Atac Tor Sapienza. 30 autobus sono rimasti distrutti nel rogo. Le immagini delle fiamme e delle operazioni di soccorso dei vigili del fuoco.
Rogo Roma

Un incendio è scoppiato nel deposito Atac di Tor Sapienza a Roma. Nella notte sono andati distrutti circa 30 autobus, molti di questi a metano. I vigili del fuoco sono intervenuti nella zona e hanno girato alcune immagini pubblicate sul loro account Twitter ufficiale. Intanto si cerca di capire cosa sia accaduto, mentre l’azienda fa sapere che le fiamme si sono sviluppate per “ragioni da accertare“.

Rogo in un deposito Atac

L’azienda ha fatto sapere che il “rogo ha coinvolto una ventina di vetture di vecchia generazione, con livelli diversi di danneggiamento, ma non ha provocato problemi alle persone“.

Nessun danno a nessuna persona, quindi, è la buona notizia dopo la devastazione delle fiamme sui mezzi. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e le forze dell’ordine. Intanto Atac ha subito dato il via a delle indagini interne per chiarire le ragioni dell’accaduto.

L’intervento dei Vigili del Fuoco: il video del rogo

L’intervento dei vigili del fuoco è cominciato intorno alle 4.15 di questa mattina, rivelano loro stessi. “Roma, intervento dei vigili del fuoco dalle 4.15 di oggi per un incendio nel deposito Atac di via Prenestina”, scrivono su Twitter.

Le fiamme hanno coinvolto circa 30 autobus, prevalentemente alimentati a metano. Fiamme spente, in corso operazioni di messa in sicurezza“, hanno aggiunto. Insomma, l’incendio è arginato, hanno scritto questa mattina intorno alle 7, mentre continuano le operazioni di messa in sicurezza dell’area.

Intanto sull’incendio sono in corso le indagini dei Carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Roma Montesacro, ha fatto sapere AdnKronos. Dopo lo scoppio delle fiamme è stato chiamato il personale del 112, intervenuto poi sul luogo che ha poi cominciato i rilievi.

Guarda il video:

Potrebbe interessarti