Cronaca Italia

Bimbo di 5 anni rapito mentre andava a scuola. Strappato dalla mano della madre da tre uomini

Un bambino di cinque anni è stato rapito mentre andava a scuola. Il piccolo camminava mano nella mano alla sua mamma, quando tre uomini lo hanno preso e caricato su un furgone
carabinieri repertorio

Un bambino di 5 anni è stato rapito a Padova, il piccolo si trovava con la mamma quando tre uomini a bordo di un furgone nero lo hanno prelevato con la forza e portato via. La madre del piccolo avrebbe già indicato come autore del rapimento l’ex e padre del bambino che già in passato aveva portato via il piccolo.

Sul caso lavorano i carabinieri di Padova coordinati dalla pm Emma Ferrero che ha aperto un fascicolo per il reato di sottrazione di persone incapci.

Bimbo di 5 anni rapito mentre andava a scuola

Il piccolo David, questo il nome del bambino rapito, stava andando a scuola mano nella mano a mamma Alexandra Moraru (26 anni), quando un gruppo di uomini lo ha preso strappandolo a lei.

È accaduto tutto alle 8.20 del mattino del 6 ottobre in una strada della periferia di Padova, la donna è stata immobilizzata da due persone, mentre la terza prendeva il bambino. Immediatamente soccorsa e trasportata in ospedale dove ha denunciato l’accaduto ai carabinieri in lacrime.

Alexandra Moraru ha immediatamente indicato come autore del rapimento l’ex e padre del bambino, come riportato da Il Mattino di Padova, in riferimento all’uomo la donna ha detto: “Per mio figlio quell’uomo è uno sconosciuto.

Io invece so bene chi è, ed è capace di tutto“.

Era scappata in Italia per mettersi al sicuro

Il rapimento del figlio sarebbe l’ultimo di una serie di episodi di violenza subiti dalla donna. La relazione tra Alexandra Moraru e l’ex Bogdan Hristache era finita quasi subito dopo la nascita del piccolo nel 2016. All’età di 3 il bambino era stato rapito dall’uomo mentre si trovavano a Bucarest. Bogdan aveva tenuto il bambino con sé per 8 mesi riconsegnandolo solo dopo una lunga trattativa condotta dalla polizia romena.

Gli agenti di polizia, riferisce Repubblica, lo avevano fermato mentre minacciava di buttarsi da un tetto con in braccio il bambino.

Nel 2018 Alexandra Moraru aveva ottenuto l’affido del figlio dal tribunale di Bucarest, che aveva imposto all’uomo il divieto di avvicinamento.

Il bambino potrebbe già essere in Romania

Al momento gli inquirenti stanno vagliando tutte le ipotesi, ma la più accreditata sarebbe quella che vede il piccolo già in Romania con il padre. Sospetto che anche la mamma avrebbe esternato ai militari.

Nelle scorse ore i carabinieri della compagnia di Limena hanno ritrovato il furgone nero usato per il rapimento, era in un deposito alla periferia est di Padova.

Inoltre, informazione questa che deve ancora essere confermata, pare sia stato individuato un ulteriore complice, una donna, che avrebbe fatto da palo nei giorni antecedenti al rapimento del bambino per studiarne i movimenti.

Potrebbe interessarti