Cronaca Italia

Il figlio di Vasco Rossi condannato per lesioni personali e omissione di soccorso in seguito a un incidente

Il figlio di Vasco Rossi è stato condannato per lesioni personali e omissione di soccorso in seguito a un incidente stradale. Davide Rossi non si sarebbe fermato a uno stop ferendo 2 donne.
Vasco Rossi

Il figlio di Vasco Rossi è accusato per lesioni personali stradali e omissione di soccorso stradale. Le condanne si riferiscono a un incidente avvenuto il 16 settembre 2016. Davide Rossi si trovava in macchina con un’altra persona e secondo la ricostruzione si allontanò dal luogo dell’incidente dopo essersi scontrato con un’altra automobile, senza prestare soccorso.

Davide Rossi condannato per omissione di soccorso: le accuse al figlio di Vasco

Davide Rossi, figlio del cantante Vasco, è stato condannato a 1 anno e 10 mesi di carcere e revoca della patente.

Come riporta Ansa, le accuse riguardano un incidente stradale avvenuto il 16 settembre del 2016, nel quartiere della Balduina. Secondo la ricostruzione, Rossi non fermò allo stop, schiantandosi contro un’altra automobile. A bordo del mezzo viaggiavano due donne, che riportarono ferite. A quanto pare, il figlio di Vasco Rossi non avrebbe prestato soccorso. Con lui in macchina c’erano anche altre persone. Una di loro era Simone Spadano, condannato a nove mesi, con l’accusa di favoreggiamento, per aver dichiarato il falso affermando di aver guidato lui il mezzo al momento dell’incidente.

Durante il processo, Davide Rossi aveva affermato di avere richiesto a Spadano “di fare il cid”. Lui invece se ne sarebbe: “Andato con la ragazza che era in auto con noi perché era molto scossa dall’incidente, sapendo che stavano facendo il cid ero tranquillo“. “Non navigo nell’oro e non ho un lavoro stabile i giornali hanno scritto cose allucinanti su di me ma mi prendo pregi e difetti di essere figlio di Vasco aveva ancora dichiarato.

Il figlio di Vasco Rossi reagisce alle accuse: le parole sulla sentenza

Appresa la decisione del tribunale monocratico di Roma, Davide Rossi ha commentato la condanna ricevuta.

“Sono indignato, è morta la giustizia sono le sue parole riportate da TgCom24. “C’era un Cid per testimoniare tutto” ha aggiunto. “Hanno preso i soldi dell’assicurazione. Questa condanna è assurda e non mi spiego proprio ciò che è accaduto” ha continuato duramente. “Sicuramente faremo appello. Purtroppo penso che tutto questo sia avvenuto anche perché mio padre è una persona in vista. Faremo appello e speriamo che la giustizia alla fine trionfi” la sua conclusione.

Davide è il più vecchio dei figli di Vasco ed è nato il 24 aprile 1986, dalla relazione con Stefania Trucillo.

Il 35enne lavora come attore e disc jockey.

Potrebbe interessarti