Politica

Ballottaggi per le elezioni comunali: affluenza in netto calo, si vota fino alle 15 in 65 Comuni

Ballottaggi in 65 Comuni: i dati sull'affluenza nel secondo turno di voto in corso per scegliere il sindaco, tra le città chiamate alle urne anche 10 capoluoghi di provincia
ballottaggi: calo affluenza alle comunali

Si chiude oggi l’appuntamento con le urne per i cittadini di 65 Comuni al voto nel ballottaggio per le elezioni comunali. I dai registrati alla chiusura di ieri, alle 23, hanno fotografato un netto calo nell’affluenza rispetto al primo turno. Si vota fino alle 15, tra i centri coinvolti nelle consultazioni per le amministrative, anche 10 capoluoghi di provincia.

Ballottaggi per le elezioni comunali: affluenza in netto calo

Si vota fino alle 15 di oggi in 65 Comuni italiani chiamati alle urne per eleggere il sindaco.

Seggi elettorali aperti dalle 7 di questa mattina, ma affluenza ancora in calo: alle 23 di ieri era al 33,32%, il 6% in meno rispetto al primo turno. Sono circa 5 milioni gli elettori interessati dalle consultazioni. A conclusione della prima giornata di ballottaggio, nella Capitale ha votato il 30,87% degli aventi diritto. L’affluenza al primo turno, alla stessa ora, era stata del 36,82%. A Torino ieri si è chiusa con una affluenza del 32,6%, e il dato del precedente turno era stato del 36,50%. 

Ballottaggi comunali: 65 Comuni al voto, tra questi 10 capoluoghi di provincia

Tra i 65 Comuni coinvolti in questo ballottaggio, 10 capoluoghi di provincia: occhi puntati a Roma e Torino, ma ci sono anche Trieste, Savona, Varese, Latina, Benevento, Caserta, Isernia e Cosenza.

L’appuntamento elettorale coinvolge circa 5 milioni di elettori. Nonostante l’entrata in vigore dell’obbligo di Green pass, la certificazione verde non è richiesta ai componenti dei seggi normali (lo è per quelli ospedalieri e per la raccolta del voto domiciliare) e i rappresentanti di lista accreditati.

A Roma sono in corsa Roberto Gualtieri (27,03% delle preferenze al primo turno) per il centrosinistra ed Enrico Michetti (30,14%) per il centrodestra.

L’altro confronto al centro dell’attenzione si gioca a Torino tra Stefano Lo Russo del centrosinistra (al primo turno ha ottenuto il 43,86%) e Paolo Damilano di Torino Bellissima e del centrodestra (al 38,9% 15 giorni fa). Rispetto al primo turno, si assiste a un calo è del 4% nel capoluogo piemontese, mentre nella Capitale si supera il 6%.

Potrebbe interessarti