Sostenibilità

Topicidi chimici, un esperimento prova a sostituirli con l’impiego dei gufi nei campi: i risultati

I topicidi colpiscono non solo i roditori ma anche gli animali che se ne nutrono. Un gruppo di studenti ha introdotto dei predatori naturali nei campi e ha analizzato i risultati
gufi nelle vigne al posto dei topicidi

Una delle soluzioni più diffuse contro i roditori che infestano i vigneti è l’uso dei topicidi. Uno studio, però, sta provando a sostituire questi prodotti chimici con delle alternative naturali: i gufi. Ecco come sta andando l’esperimento.

Predatori naturali al posto dei topicidi: l’idea alla base dell’esperimento

L’idea è arrivata da un gruppo di studenti della Humboldt State University in California, dove i viticoltori lottano a ogni stagione contro i topi e i gopher, piccoli roditori delle campagne californiane. L’uso dei topicidi infatti provoca atroci sofferenze agli animali e non risparmia neanche gli uccelli che si nutrono inavvertitamente dei roditori avvelenati.

Per questi motivi il governo della California ha limitato l’uso di queste sostanze chimiche già dal 1° gennaio 2021.

I risultati dell’esperimento nelle campagne californiane

L’esperimento è consistito nel posizionare circa 300 nidi di gufi tra i vigneti della Napa Valley e nell’osservare l’impatto di questi animali sui roditori. I dati stimano che un barbagianni abbia una stagione di nidificazione di 4 mesi e che trascorra almeno il 30% del tempo a cacciare attorno al proprio nido: in questo modo, una famiglia di barbagianni può cacciare fino a 1.000 roditori in questo periodo, per un totale di circa 3.400 all’anno.

Sebbene i gufi e i barbagianni siano efficaci contro i gopher ma non contro i topi, lo studio condotto dalla Humboldt ha rivelato come, dei 75 viticoltori attivi nell’area analizzata, 4 su 5 abbiano affermato di ritenere i gufi più efficaci rispetto all’uso dei topicidi.

Lo studio, pubblicato su Bay Nature, avrebbe quindi permesso di stabilire che l’80% dei viticoltori della Napa Valley non faccia più uso dei rodenticidi, sostituendoli con l’impiego dei gufi, mentre resiste ancora un 20% che continua a preferire i composti chimici.

Oltre all’uso di queste tecniche naturali per controllare i parassiti e gli animali infestanti, la Napa Valley non è nuova neanche al controllo delle risorse idriche e alla presenza di erbe ornamentali nelle vigne, capaci di ridurre l’erosione del suolo.

Potrebbe interessarti