Economia

Blocco degli sfratti e dell’Imu, dal Governo arrivano i ristori per i Comuni: i dati del report

L'esenzione dal pagamento dell'Imu e il blocco degli sfratti sono stati provvedimenti pesati per tutelare i soggetti fragili in pandemia: ora il Governo sta inviando ristori ai Comuni
sfratti e imu ristori ai comuni

Dopo la fine del blocco relativo agli sfratti e dell’esenzione dal pagamento Imu, il Governo ha erogato ai Comuni il primo acconto per compensare le mancate entrate delle imposte sugli immobili. Come sono stati distribuiti i fondi e a quanto ammontano.

Blocco sfratti e Imu, i primi ristori del Governo

Il report è stato realizzato dal Centro Studi Enti Locali per conto di Adnkronos e ha individuato 154 Comuni beneficiari di questa prima tranche di acconti. I destinatari sono stati:

  • Comuni capoluogo di Provincia;
  • 48 Comuni non capoluogo che contassero oltre 60.000 abitanti o almeno il 60% di abitanti del capoluogo della Provincia di appartenenza.

Il primo acconto è stato versato il 19 ottobre 2021 per un totale di 34.500.000€ così distribuiti:

  • 47,4% al Nord;
  • 27,3% al Centro;
  • 25,4% al Sud e nelle Isole.

Altri 80.500.000€ sono previsti come compensazione per il 2021.

Blocco degli sfratti, quali sono stati i provvedimenti e i costi relativi al 2020

Secondo quanto riporta Adnkronos, il blocco degli sfratti ha comportato un costo di circa 155.000.000€ per i Comuni italiani e si è trattato di una misura volta a tutelare i soggetti più fragili e quindi esposti alla fase più critica della pandemia. In base ai dati del Viminale, nel 2020 sono stati emessi 32.536 provvedimenti di sfratto, a fronte delle 48.543 procedure del 2019. Il 1° ottobre è terminato il blocco relativo ai provvedimenti di rilascio emanati tra il 28 febbraio e il 30 settembre 2020, mentre il 31 dicembre 2021 scadrà quello relativo al periodo compreso tra ottobre 2020 e il 30 giugno 2021. Per i locatari, il Governo ha stanziato 50.000.000€ per il “Fondo inquilini morosi incolpevoli”, allargandone anche la platea di accesso.

Per i locatori è stato appunto azzerato l’Imu 2021 con il Decreto Sostegni Bis, consentendo anche di richiedere il rimborso della prima rata.

I dati sugli sfratti relativi al 2020: le Regioni con più provvedimenti emessi

Nel 2020, la Regione che avrebbe registrato il maggior numero di provvedimenti di sfratto emessi sarebbe stata il Lazio, con quasi il 17% del totale nazionale. A seguire, la Lombardia e l’Emilia Romagna prima dell’entrata in vigore del blocco. Sarebbero però molti meno quelli eseguiti: i numeri più alti sono gli 821 sfratti in Lombardia, 603 in Piemonte e 537 in Emilia-Romagna, come riporta sempre Adnkronos.

Potrebbe interessarti