Bandi

Concorso Regione Puglia, 126 posti a tempo indeterminato: qual è il profilo ricercato e come presentare domanda

Bando di concorso indetto dalla Regione Puglia per 126 assunzioni a tempo indeterminato: ecco quali sono i requisiti, le modalità per candidarsi e le materie d'esame da studiare
concorso 126 posti a tempo indeterminato

Nuovo bando di concorso per 126 posti a tempo indeterminato presso la Regione Puglia. L’annuncio è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 85 del 26/10/2021. Il profilo professionale ricercato è quello di collaboratore amministrativo – Tecnico/Operatore telefonico specializzato.

Concorso Regione Puglia: i requisiti

Per candidarsi, è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza europea;
  • età non inferiore a 18 anni;
  • essere in possesso di diploma della scuola dell’obbligo e di una delle certificazioni informatiche ECDL (European Computer Driving Licence) o Eipass (European Informatics Passport);
  • idoneità fisica;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • non avere riportato condanne penali o avere procedimenti penali;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego pressa una pubblica amministrazione, non essere stati dichiarati decaduti o licenziati da un impiego statale.

Concorso per Collaboratore amministrativo: come fare domanda

La domanda di ammissione al concorso deve essere presentata esclusivamente per via telematica, attraverso il Sistema Pubblico di Identità Digitale SPID.

Occorre compilare l’apposito modulo elettronico disponibile sul sistema Step-One 2019, previa registrazione del candidato sullo stesso sistema. Il candidato deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata PEC. Il termine ultimo per presentare domanda è il 10/11/2021.

Concorso: i dettagli e le materie delle prove d’esame

L’esame consisterà in un’unica prova scritta volta a verificare le specifiche conoscenze del profilo professionale oggetto della selezione, mediante la somministrazione di 60 domande con risposta a scelta multipla.

La prova verterà sulle seguenti materie:

  • ordinamento nazionale e regionale di riferimento per il NUE 112;
  • cenni sulla normativa in materia di funzioni e compiti delle Forze dell’Ordine e di Pubblica Sicurezza;
  • normativa in materia di protezione e dati personali;
  • elementi di diritto regionale, con particolare riferimento allo Statuto;
  • strumenti applicativi informatici di base;
  • strumenti web (internet e intranet);
  • lingua inglese di base.

I candidati saranno sottoposti anche alla valutazione dei titoli.

Potrebbe interessarti