Cronaca Nera

Donna uccisa con colpi di fucile dal marito: trovata in una pozza di sangue nella sua casa a Ostia

Una donna è stata uccisa dal marito che avrebbe usato un fucile. Il dramma è avvenuto nella loro casa di Ostia, dove la polizia ha trovato la donna in una pozza di sangue.
auto della polizia

Arriva da Ostia la notizia dell’ennesimo drammatico femminicidio nel giro di pochi giorni. La vittima è una donna di 77 anni. Ad ucciderla sarebbe stato il marito, che per toglierle la vita avrebbe utilizzato un fucile. I vicini di casa hanno udito il rumore dell’arma da fuoco e allarmati hanno richiesto l’intervento dei soccorsi, che giunti sul posto si sono trovati di fronte a una scena raccapricciante.

Femminicidio a Ostia: donna uccisa con un fucile dal marito

Attorno alle 13.30 di oggi, in via Giulio Minervi a Ostia Antica un uomo di 79 anni ha sparato alla moglie di due anni più giovane di lui.

I colpi dell’arma da fuoco sono stati per lei fatali, spiega Roma Today. La loro abitazione si trova in una via di villette a schiera e udendo il rumore dello sparo i vicini di casa hanno allertato le forze dell’ordine. Gli agenti della polizia di Stato e il personale del 118 sono giunti sul posto, trovandosi di fronte a quella che appare come la scena del delitto.

La 77enne sarebbe stata trovata riversa sul pavimento, in una pozza di sangue. I poliziotti avrebbero invece trovato l’anziano seduto sul divano, in stato confusionale.

In seguito all’arresto sarebbe stato portato in Commissariato. Nella casa, gli agenti hanno anche trovato un fucile da caccia. Stando a quanto si apprende, l’uomo deteneva regolarmente l’arma. Attualmente sarebbero in corso le indagini per cercare di ricostruire la vicenda.

La donna uccisa a Ostia è l’ennesima vittima di femminicidio

Il femminicidio avvenuto poche ore fa a Ostia si aggiunge alla drammatica lista che riguarda la violenza di genere in Italia.

Dal 1 gennaio al 31 ottobre 2021 sono stati registrati 246 omicidi in Italia.

102 sono le vittime donne, di cui 86 sono coloro che sono state uccise in ambito familiare o affettivo. Di queste, ricorda il report del governo, 59 hanno trovato la morte per mano del partner o dell’ex partner. Confrontando i dati attuali con quelli relativi al periodo analogo di un anno fa, si nota un aumento del 7% delle vittime di genere femminili, passate da 95 a 102.

Esiste un numero, gratuito e attivo 24 ore su 24 per denunciare o chiedere aiuto in caso di violenze o stalking. È il 1522. Operatrici specializzate sono a disposizione delle vittime di questi terribili reati.

1522 numero antiviolenza e stalking
1522 numero antiviolenza e stalking

Potrebbe interessarti