Animali a chi?

Diritti degli animali, ippopotami riconosciuti come “persone giuridiche”: la storica sentenza

Gli ippopotami sono stati riconosciuti come persone giuridiche con una decisione storica: perché è stata presa e qual è la storia dietro questo importante traguardo
animali riconosciuti come persone giuridiche storica sentenza

Un’importante novità per i diritti degli animali arriva dall’Ohio, negli Stati Uniti, dove per la prima volta gli animali sono stati riconosciuti come persone giuridiche. In particolare, al centro della decisione c’è un gruppo di ippopotami. Ecco che cos’è successo e cosa ha portato a questo storico traguardo.

Diritti degli animali, la storia degli ippopotami riconosciuti come persone giuridiche

Gli ippopotami protagonisti della vicenda popolano il fiume Magdalena in Colombia e sono i discendenti dei 4 ippopotami che Pablo Escobar aveva voluto nel suo zoo privato.

La struttura era stata smantellata in seguito alla morte di Escobar nel 1993 e gli animali erano stati trasferiti, ma gli ippopotami erano invece stati abbandonati. Dai 4 esemplari, l’attuale gruppo conta 80 animali e avrebbe iniziato a costituire un problema perché gli ippopotami posso diventare pericolosi, essendo animali molto territoriali. La presenza di questi animali avrebbe originato una battaglia legale tra l’Animal Legal Defense Fund e il governo colombiano, che da gennaio avrebbe cercato una soluzione al problema tra l’abbattimento e la sterilizzazione, secondo quanto riporta la Cnn.

Perché gli ippopotami sono stati riconosciuti come persone giuridiche

Il governo regionale avrebbe riscontrato numerose difficoltà nell’eseguire la sterilizzazione, a causa della mole e della territorialità degli animali. Le autorità locali avrebbero dichiarato di essere riuscite a sterilizzare 11 ippopotami e di aver inoculato un contraccettivo, tramite dardi, in altri 24 esemplari alla fine di ottobre. L’Animal Legal Defense Fund, nella sua battaglia legale, avrebbe richiesto di individuare i metodi di sterilizzazione più sicuri per i diritti di questi animali.

Nel corso della causa, gli avvocati dell’organizzazione si sarebbero rivolti al tribunale distrettuale degli Stati Uniti di Cincinnati, presentando la richiesta di riconoscere lo status di “persone interessate” agli ippopotami.

In questo modo sarebbe stato possibile chiamare due esperti di sterilizzazione della fauna selvatica dall’Ohio a deporre nel caso. Come riferisce la stampa estera, la richiesta sarebbe stata accolta il 15 ottobre dal magistrato federale Karen Litkovitz di Cincinnati, decretando per la prima volta lo status di persone giuridiche per gli animali.

Tuttavia Camilo Burbano Cifuentes, professore di diritto penale all’Universidad Externado de Colombia, ha precisato alla Cbs che “La sentenza statunitense non ha alcun impatto in Colombia perché è valida solo sui propri territori. Saranno le autorità colombiane a decidere cosa fare con gli ippopotami e non quelle americane”.

Potrebbe interessarti