Good News

13enne sottoposto a trapianto di midollo esprime un desiderio: fornire cibo ai senza tetto della sua città

Abraham Olagbegi è affetto da una rara malattia del sangue. Con il suo desiderio realizzato dall’associazione Make A Wish ha deciso di donare cibo ai senza tetto per un anno.
Cibo Senza tetto

Il tredicenne nordamericano Abraham Olagbebi, affetto da una rara malattia del sangue, ha espresso un suo grande desiderio grazie all’organizzazione Make A Wish organizzando un’iniziativa assolutamente inaspettata. L’adolescente ha infatti pensato di servirsi dello speciale desiderio al quale avrebbe avuto diritto per aiutare qualcuno meno fortunato di lui.

Abraham, la malattia e l’aiuto dell’associazione

Durante il 2020, il giovane Abraham Olagbegi ha scoperto di essere nato con una rara malattia del sangue.

L’unica speranza che aveva era quella di ricorrere urgentemente a un trapianto di midollo osseo. Il trapianto ha avuto successo e nello stesso periodo Abraham è entrato nella lista di Make A Wish, un’organizzazione che esaudisce i desideri dei bambini affetti da gravi malattie. La notizia arriva dagli Stati Uniti, dove è stata riportata da CBS News, ed è diventa un simbolo di amore e solidarietà

Abraham e il desiderio di aiutare i senza tetto

Abraham ha voluto esprimere un desiderio fuori dal comune. Niente giocattoli, video games o esperienze per sé fra le scelte del 13enne, ma cibo da destinare ai senza tetto.

La sua è stata una scelta che ha reso molto orgogliosi i suoi genitori. La madre di Abraham, Miriam, ha dichiarato alla CBS: Non avremmo perso un’opportunità del genere perché abbiamo sempre cercato di instillare lo spirito del dono nei nostri figli“. Anche il padre di Abraham, si è trovato pienamente d’accordo con la sua idea. Grazie all’associazione Make-A-Wish, a settembre il ragazzo ha organizzato una giornata a Jackson, Mississippi, durante la quale insieme a altri ha fornito cibo ai senza tetto.

Abraham Olagbegi si è detto molto soddisfatto del suo desiderio e a CSB ha dichiarato “Quando i senzatetto ricevono il piatto, alcuni di loro tornano e cantano per noi e ci ringraziano.

E ci si sente davvero bene, riscalda i nostri cuori“. Attualmente l’organizzazione ha accettato di continuare l’iniziativa proponendola ogni terzo sabato del mese.

Pensando al momento in cui il suo desiderio scadrà, nell’agosto 2022, Abraham ha rivelato di avere già in programma di continuare ad aiutare i senzatetto. Vuole infatti trasformare questo desiderio in un’organizzazione no-profit, che ha già chiamato “Abraham’s Table“.

Che cos’è Make A Wish: l’associazione che ha aiutato Abraham a esprimere il suo desiderio

Make A Wish è un’associazione no profit fondata a Phoenix, negli Stati Uniti, nel 1980.

Il suo scopo è quello di esprimere i desideri dei bambini gravemente malati, in età compresa tra i due anni e mezzo e i diciotto. Make A Wish è presente su tutto il territorio Nordamericano, dove è attiva con ben 59 sedi. Opera anche in altri paesi del mondo ed esiste anche in Italia dal 2004, con sede a Genova.

Potrebbe interessarti