Programmi TV

C’era una volta Gheddafi: il documentario in onda su Rai3 a 10 anni dalla morte del dittatore libico

Rai Documentari analizza la figura del dittatore libico a dieci anni dalla sua morte con dei filmati e contributi inediti. Quello che c'è da sapere sul documentario in onda su Rai3.
Bonus tv 2021: che cos'è, i requisiti che servono e come richiederlo

A dieci anni dalla morte del dittatore libico arriva su Rai3 un attento documentario che racconta la vita e tutta la parabola politica del Colonnello, senza tralasciare i delicati rapporti con il nostro Paese, avvalendosi anche di filmati inediti e testimonianze esclusive. C’era una volta Gheddafi va in onda a partire dalle ore 21:25 circa sul terzo canale della televisione pubblica ed analizza la controversa figura del leader libico dal suo debutto sulla scena internazionale sino all’epilogo del 20 ottobre 2011 conclusosi con la sua cattura e uccisione e la conseguente liberazione della Libia dopo 42 anni di dittatura di Gheddafi.

C’era una volta Gheddafi: quello che c’è da sapere sul documentario in onda su Rai3

Arriva in televisione venerdì 19 novembre 2021 il documentario realizzato da Luca Lancise ed Emiliano Sacchetti a cura di Rai Documentari che tratta tutta la lunga parabola del Colonnello Gheddafi. C’era una volta Gheddafi sarà un lungo viaggio attraverso la figura del dittatore libico che iniziò a soli 27 anni la sua inarrestabile scalata ai vertici del governo.

Il documentario analizzerà inoltre anche il rapporto tra Italia e Libia svelando anche i retroscena di due episodi chiave verificatesi negli anni settanta ed ottanta quando il leader libico era al centro delle mire delle potenze internazionali che lo volevano fuori dai giochi. Non mancheranno gli approfondimenti sul ruolo del nostro Paese, che fu in prima linea con i vari governi da Dini a Prodi, da D’Alema a Berlusconi.

Un interessante documento che ripercorrerà i 42 anni della sua dittatura, avvalendosi anche di contributi mai visti prima d’ora, fino ad arrivare a Sirte il 20 ottobre 2011.

Nel contesto della Primavera Araba libica, il colonnello ormai in fuga cadde nelle mani dei ribelli che prima lo catturarono e poi lo uccisero mostrando le immagini della sua esecuzione a tutto il mondo.

Potrebbe interessarti