Programmi TV

Massimo Ranieri ricorda papà Umberto a Verissimo: il retroscena su Walter Chiari e il Cantagiro 1967

Massimo Ranieri ha voluto ricordare il padre Umberto attraverso un divertente aneddoto. Il retroscena è risalente al Cantagiro del 1967, quando padre e figlio conobbero Walter Chiari
massimo-ranieri-ricordo-padre

Massimo Ranieri ha voluto ricordare papà Umberto, una delle figure più importanti della sua vita. Ospite a Verissimo, il cantante ha raccontato un aneddoto risalente all’esperienza del Cantagiro 1967 quando, accompagnato dal padre, conobbe il conduttore Walter Chiari. Da quel momento tra il presentatore e la figura paterna si instaurò un rapporto davvero particolare.

Massimo Ranieri ricorda il padre Umberto a Verissimo

Massimo Ranieri ha accettato l’invito di Silvia Toffanin e ha rilasciato una lunga ed intima intervista nel salotto di Verissimo.

Il cantante ha colto l’occasione per raccontarsi a tutto tondo, ripercorrendo le tappe più importanti della sua vita e della sua carriera al servizio dello spettacolo e della musica. Nel corso dell’intervista ha voluto anche ricordare una delle figure più importanti della sua vita: il padre Umberto.

Una figura davvero speciale, che ha rappresentato per Massimo Ranieri un punto di riferimento. Fu lui, infatti, ad accompagnarlo in giro per l’Italia ai tempi del Cantagiro. Essendo ancora minorenne, il cantante era affiancato dal padre, il quale non gli fece mai mancare il suo supporto.

E, proprio in riferimento all’esperienza del Cantagiro, l’ospite di Silvia Toffanin ha voluto raccontare un divertente aneddoto che ha visto coinvolto proprio il padre Umberto.

Massimo Ranieri: il retroscena sul padre e Walter Chiari

Massimo Ranieri apre il cassetto dei ricordi e racconta a Verissimo un divertente aneddoto, quando il padre conobbe il conduttore Walter Chiari: “Voglio raccontarti questo aneddoto per far capire com’era papà. Cantagiro 1967: lui aveva la patria potestà, io ero minorenne e quindi mi seguiva lui.

C’era Water Chiari che presentava. Ci siamo conosciuti e sono subito andato in simpatia a Walter. Poi ha conosciuto mio padre. Quando cambiavamo città sera per sera, lui neanche più mi salutava: ‘Dov’è papà Umberto? Vieni qua’. Se lo sbaciucchiava, se lo stringeva: ‘Guarda quant’è bello. Lui è un vero operaio, è meraviglioso, uno che si guadagna la vita’“.

Ogni incontro tra papà Umberto e il presentatore del Cantagiro era una ghiotta occasione per ritrovarsi. E, anche da questi retroscena così personali, Massimo Ranieri ha compreso negli anni quanto la figura del padre sia stata così amata e benvoluta, anche dai più insospettabili.

Questa è una cosa che ho riscontrato poi in tutti: chiunque l’abbia conosciuto era in brodo di giuggiole” le parole del cantante.

 

Potrebbe interessarti