Programmi TV

Gabriele Cirilli in lacrime a Verissimo ricorda la morte della madre: il rimpianto del cabarettista

Gabriele Cirilli ricorda in lacrime il più grosso rimpianto che lo lega alla morte della madre. A Verissimo il cabarettista esplode in un pianto a dirotto
gabriele-cirilli-ricordo-madre-lacrime-verissimo

Gabriele Cirilli è esploso in un pianto a dirotto nel corso della sua intervista domenicale nel salotto di Verissimo. Il cabarettista, ospite di Silvia Toffanin, è crollato ricordando la morte della madre Augusta avvenuta pochi anni fa. Un momento per lui indimenticabile e che continua a rimproverarsi, non essendo riuscito a starle al fianco nei suoi ultimi istanti di vita: “Non ho fatto in tempo“.

Gabriele Cirilli ricorda mamma Augusta a Verissimo

Gabriele Cirilli ha rivissuto a Verissimo uno dei momenti più brutti della sua vita, quando ha dovuto dire addio alla madre Augusta.

Il comico, ospite di Silvia Toffanin, ha ricordato la figura materna e quel dolore che ancora oggi non riesce a scrollarsi di dosso. Nel periodo in cui la madre è stata costretta al ricovero in ospedale, Cirilli era piuttosto impegnato a livello lavorativo ma, nonostante ciò, riusciva sempre ad andare a trovarla.

Il comico spiega: “Perdere una mamma è un dolore che nessuno può descrivere. Il mio è stato come una lacerazione. Io non l’ho neanche vista purtroppo, non c’ero in quel momento e questa cosa non me la perdonerò mai.

Mi ricordo che quando mamma stava in ospedale, io dovevo andare a lavorare, c’erano dei contratti in corso. E lei era contenta, perché lei è stata quella che mi ha dato la possibilità di fare questo mestiere“.

Gabriele Cirilli e il suo più grande rimpianto: “Non me la perdonerò mai

Gabriele Cirilli ricorda i momenti in cui lui riusciva ad andare in ospedale, così come i momenti in cui era costretto a tornare a lavoro. Se da un lato lui era addolorato per non poter spendere più tempo con lei, dall’altro lato mamma Augusta lo spronava a tornare a lavoro e ad inseguire i suoi sogni: “Quando lei stava in ospedale e io andavo via, io ero molto preoccupato perché sapevo che stava andando via, invece lei mi diceva di andare“.

Sino alla chiamata del medico, che ha informato Cirilli che le condizioni di salute della madre stavano peggiorando: “Quando la sera prima mi telefonò il chirurgo che l’ha operata, mi disse: ‘Gabriele torna perché non ci siamo’. Io non ho fatto in tempo e quella cosa non me la perdonerò mai“. Il cabarettista crolla in lacrime, pensando a uno dei rimpianti più dolorosi della sua vita: “I miei fratelli c’erano e io no“. E, nel silenzio dello studio, ammette: “Secondo me è ancora arrabbiata per questo“.

Potrebbe interessarti