Good News

“Chiuso per adozione. Finalmente diventiamo genitori”: lo speciale annuncio sulla serranda di un negozio

Giovanni e Pina hanno chiuso momentaneamente il loro caseificio a Napoli per concludere un percorso iniziato 5 anni fa: l'adozione. La coppia ha annunciato la notizia con un messaggio.
Adozione

È accaduto a Napoli, Giovanni e Pina, gestori di un caseificio, hanno voluto condividere la loro gioia con tutti gli abitanti della città, spiegando il motivo della chiusura temporanea. Sulla serranda del loro negozio hanno, infatti, affisso il cartello “Chiuso per adozione. Finalmente diventiamo genitori”. Un gioioso epilogo che la coppia aspettava da 5 anni.

Chiudono temporaneamente il loro negozio e annunciano: “Diventiamo genitori”

Il percorso che porta all’adozione può rivelarsi davvero molto complicato.

Le pratiche possono durare anni e viene richiesto un numero infinito di colloqui. Altro aspetto da non sottovalutare è anche quello economico, necessario per dare una vita migliore a bambini che non sono stati molto fortunati perché rimasti orfani oppure abbandonati. Quando, però, tutto va per il meglio e si superano tutti questi ostacoli burocratici la gioia è tanta e la si vuole condividere con tutti.

Questo è proprio quello che è accaduto a Giovanni e Pina, gestori di un punto vendita del Caseificio Battiniello in Via Chiaia a Napoli. La coppia era impegnata nel percorso di adozione da ormai 5 anni e il Covid-19 non ha ulteriormente aiutato, dato che a causa della pandemia tutti gli uffici sono stati chiusi per un certo periodo.

La coppia ha affisso un felice cartello per avvisare tutti, clienti e non, della chiusuraper un motivo bello” come racconta Gabriele (fratello del futuro papà) a Fanpage.it.

Diventano genitori dopo 5 anni di attesa: la storia della coppia di Napoli

Giovanni e Pina hanno atteso 5 anni prima di diventare genitori di 2 bambini colombiani. Attualmente, come racconta ancora Gabriele a Fanpage.it, si trovano “fuori città, in Colombia, per concludere il percorso che gli consentirà di portare a casa i bambini”.

 Ecco il motivo della chiusura del loro negozio. Giovanni e Pina avrebbero appreso la lieta notizia di poter finalmente diventare genitori circa un mese fa. La coppia si era rivolta all’Associazione Ariete Onlus, da sempre impegnata nel settore delle adozioni internazionali, per dare avvio al percorso adottivo.

Anna Torre, responsabile dell’Associazione, ha rivelato all’Ansa: “Li ammiro, perché hanno anteposto l’amore per due bambini agli interessi economici. E ciò in un momento storico difficilissimo per tutti e per i commercianti in particolare“.

Poi ha continuato: “Hanno compreso la profondità della scelta, il significato dell’adozione“. Infine, concludendo le sue osservazioni sul gesto della coppia di neogenitori ha dichiarato: “È l’ennesima dimostrazione della sensibilità che spinge tante coppie a donare amore ed è l’ennesima dimostrazione che il più delle volte i genitori adottivi sono lasciati soli nelle loro scelte non sempre facili, non sempre perseguibili fino in fondo. Lo Stato dovrebbe sostenere genitori così. Noi cerchiamo di farlo ma non basta”. 

Le reazioni alla “chiusura per adozione”

Gli abitanti di Napoli si sono mostrati felici nei confronti della coppia di neogenitori per la notizia dell’adozione.

In molti hanno sommerso Giovanni, Pina e anche Gabriele di telefonate e messaggi di sincere congratulazioni. È proprio Gabriele, infatti, a raccontare ancora a Fanpage.itSiamo in attività da 50 anni, non abbiamo mai chiuso: mio fratello è molto conosciuto in zona, lavora in quel punto vendita da circa 25 anni e ha voluto avvisare la sua clientela che avrebbe chiuso per un motivo bello. Da ieri sono sommerso dalle telefonate di congratulazioni”. La famiglia si prepara così ad accogliere i due bambini.

Potrebbe interessarti