Sostenibilità

Basta piatti a base di carne durante i ricevimenti ufficiali: la scelta radicale della Finlandia

Da gennaio 2022 a Helsinki sarà vietato il consumo di carne nei buffet dei ricevimenti ufficiali. L’importante scelta del consiglio comunale per ridurre l’impatto climatico.
buffet

A Helsinki il consiglio comunale punta a una decisione radicale: non servire più carne nei ricevimenti ufficiali e per le occasioni pubbliche. La svolta gastrosostenibile sarà attuata da gennaio 2022.

In Finlandia basta carne ai ricevimenti

A partire da gennaio, nella città di Helsinki sarà proibito consumare carne durante i ricevimenti ufficiali, negli incontri del personale e nei buffet dei seminari. La carne sarà sostituita da piatti vegetariani, pesce e prodotti fair trade.

Saranno esclusi da questa decisione mense scolastiche e aziendali e bar. Inoltre sarà vietato anche il latte vaccino, sostituito da quello di avena, insieme alle posate e ai contenitori monouso e quindi non rispettosi dell’ambiente.

Il motivo della svolta vegetariana

Come riporta ABC News, la responsabile della comunicazione della citta Liisa Kivela ha dichiarato a The Associated Press che questa decisione coinvolgerà circa 650 mila residenti. Il consiglio comunale ha anche dichiarato che questa scelta è stata fatta con l’obiettivo di “che mira a ridurre l’impatto climatico del cibo e ridurre la quantità di risorse naturali utilizzate dalla città”. L’obiettivo più grande è, però, quello di diventare il primo Paese al mondo a emissioni zero entro il 2035.

Le critiche delle zone rurali

Anche se secondo l’Istituto risorse naturali finlandese il consumo di carne è decisamente calato negli ultimi due anni, alcuni deputati si sono lamentati.

Nelle zone rurali della Finlandia, infatti, è ancora molto alto il consumo di carne e la sua caccia, soprattutto se proveniente da animali selvatici.

Quando ci saranno delle eccezioni

Il sindaco di Helsinki, come riporta ABC News, si è comunque espresso favorevole all’utilizzo di carne per alcune occasioni speciali. “Ad esempio, se il re di Svezia dovesse arrivare in visita, potremmo offrirgli della selvaggina.

Oppure, se ci trovassimo di fronte a qualche gruppo al quale sarebbe naturale offrire carne, allora dovremmo lavorare con discrezione e buon senso” ha dichiarato al giornale finlandese Iltalheti.

Potrebbe interessarti