Cronaca dal Mondo

13enne spara e uccide un bimbo di 5 anni in Minnesota: stavano girando un video, si indaga sull’incidente

Un bimbo di 5 anni è morto nel giorno del Ringraziamento, in Minnesota: è stato ucciso per sbagliato da un 13enne mentre stavano giocando con un fucile.
13enne spara e uccide un bimbo di 5 anni in minnesota

Drammatico incidente – l’ennesimo di questo tipo – durante il Giorno del Ringraziamento americano: un ragazzo di 13 anni ha accidentalmente sparato e ucciso un bambino di 5. È successo durante un ritrovo di famiglia, non ci sarebbero dubbi sulla natura non volontaria dell’accaduto ma si indaga per capire come sia stato possibile un simile evento.

Bimbo di 5 anni ucciso da un 13enne a Brooklyn Park, Minnesota

È accaduto tutto durante un giorno di festa, la sera del 25 novembre, nella cittadina di Brooklyn Park, nello stato del Minnesota. Secondo quanto riferiscono fonti locali, un gruppo di giovani è riuscito in qualche modo a mettere le mani su un fucile durante un raduno di famiglia.

I ragazzi, secondo la ricostruzione fatta dalle forze di polizia locali, erano intendi a “usare il fucile in garage per fare qualche tipo di video per i social media“, quando è avvenuta la tragedia.

Un ragazzo di 13 anni avrebbe quindi impugnato l’arma e sparato. Ad avere la peggio è stato un bambino di 5 anni, morto lì a casa nonostante i tentativi di salvarlo dei primi soccorritori giunti sul posto. Il capo della polizia di Brooklyn Park, Mark Bruley, lo ha definito “un incidente davvero sfortunato che richiede una dettagliata investigazione, che è in corso“.

13enne uccide bambino di 5 anni: rischia accuse di omicidio colposo

L’indagine è volta a capire come sia stato possibile che un ragazzo di 13 anni abbia avuto accesso al fucile e tutto il gruppo abbia potuto giocarci senza la supervisione di un adulto. I parenti, si apprende, erano in casa al momento dello sparo che ha ucciso il bambino di 5 anni: “Chiudete a chiave le armi e tenete le munizioni separate – ha ricordato Bruley – Come adulti abbiamo l’obbligo di assicurarci che i nostri figli non vi abbiano accesso“.

A rischiare ora non è solo il proprietario dell’arma, ma anche il 13enne: la CBS Minnesota riferisce che è stato preso in custodia e potrebbe dover affrontare accuse di omicidio colposo.

Sulla vicenda si è espressa anche una vicina di casa, che ha sottolineato come le vittime della tragedia siano due: “Sono sicura si tratti di un incidente, e sono certa che stia perdendo la testa. È solo un ragazzo e ora rischia anche lui la vita come quel bambino di 5 anni“.

Potrebbe interessarti