Cronaca dal Mondo

Morto Frank Williams, lutto nella Formula 1: addio alla leggenda dell’automobilismo, aveva 79 anni

Addio a Sir Frank Williams: il leggendario fondatore della scuderia Williams di Formula 1 aveva 79 anni. Il saluto del mondo dello sport
morto frank williams

Grave lutto nel mondo della Formula 1: si è spento Frank Williams, il leggendario fondatore dell’omonima scuderia e vera e propria icona dell’automobilismo. Aveva 79 anni ed era considerato il Ferrari d’Inghilterra. La notizia è stata commentata anche dal presidente della Formula 1, Stefano Domenicali.

Addio a Sir Frank Williams: il saluto della Formula 1

Giornata nera per gli appassionati dei motori: la morte di Frank Williams è l’addio ad un titano del settore, un vero “gigante del nostro sport” per usare le parole di Stefano Domenicali. Sir Williams aveva 79 anni, l’anno scorso era stato ricoverato per problemi di salute e a confermarlo è la stessa scuderia che porta il suo nome, fondata nel 1977 e in grado di vincere 16 titoli mondiali tra il 1980 e il 1997, nove per i costruttori e sette per i piloti in Formula 1.

Su Twitter, hanno scritto: “Il team è sinceramente dispiaciuto per la scomparsa del nostro fondatore Sir Frank Williams. Era una leggenda e un’icona del nostro sport. La sua morte segna la fine di un’era per il nostro team e la Formula 1 tutta“.

Anche il profilo ufficiale della Formula 1 che ha tanto amato, prima di morire, ne ha salutato la scomparsa ricordando la sua grandezza: “Siamo pieni di tristezza per la scomparsa di Sir Frank Williams.

La sua vita è stata guidata dalla passione per i motori; la sua eredità è incommensurabile, sarà per sempre parte della F1“.

Franks Williams: gli inizi e le tragedie, la vita del gigante della Formula 1

Considerato l’equivalente inglese di Enzo Ferrari, gli inizi di Frank Williams sono stati molto umili: nato nel 1942 a South Fields, dopo gli inizi da meccanico ha fondato la sua prima scuderia a 24 anni. Con la Frank Williams Racing Cars ha gareggiato in Formula 3 e 2, per poi passare nel 1969 alla classe regina. Al volante dell’auto – una vecchia Brabham-Cosworth presa in prestito – c’era Piers Courage, tragicamente scomparso l’anno successivo.

Nel 1977, pressato da problemi economici, fu costretto a vendere la scuderia a Walter Wolf. L’anno successivo ha dato vita alla Williams Racing con cui si è impost per quasi vent’anni di Formula 1.

Vittorie, record, ma anche drammi personali: nel 1986 è stato vittima di un’incidente stradale che lo ha costretto in sedia a rotelle, mentre nel 1994 ha vissuto da vicino la morte di Ayrton Senna, per la quale venne accusato e processato per omicidio colposo. È stato poi assolto nel 2006, ma la morte della leggenda dello sport lo ha profondamente segnato.

Frank Williams – diventato verso la fine degli anni ’90 Sir per decisione della regina Elisabetta II – ha lasciato la sua scuderia alla figlia Claire nel 2012. Un anno fa, ha dovuto assistere alla cessione del team al gruppo di investimento Dorilton Capital. Nel 2010, alla BBC aveva descritto così la sua vita: “È stato un grande viaggio, che mi piacerebbe fare di nuovo se fossi più giovane. Non farei nulla di diverso se non cercare di evitare gli incidenti“.

Potrebbe interessarti