Animal Equality

Trasporto di animali vivi, l’appello lanciato da Bruxelles per tutelare il loro benessere: le richieste

L'appello è stato lanciato da organizzazioni non governative e da numerosi eurodeputati: quali sono le loro richieste per il futuro del trasporto di animali vivi
trasporto animali vivi l'appello

Il 2 dicembre la Commissione d’inchiesta sulla protezione degli animali durante il trasporto (ANIT) discuterà e voterà il progetto di relazione e le raccomandazioni circa il trasporto di animali vivi. Molti eurodeputati e organizzazioni hanno lanciato il loro appello davanti al Parlamento Europeo.

Maltrattamenti animali durante il trasporto, la richiesta di ONG ed eurodeputati

L’appello è stato lanciato nel corso di un’azione organizzata da Eurogroup for Animals, appoggiata da diverse organizzazioni non governative per la protezione degli animali e numerosi eurodeputati. La loro richiesta è quella di uno stop totale al trasporto di animali vivi e della loro esportazione verso altri Paesi.

Secondo Eurogroup for Animals e i suoi membri, tra cui Animal Equality, ogni anno sono oltre 1.000.000.000 gli animali vivi trasportati sia all’interno dell’Unione Europea sia dall’Europa verso Paesi terzi. Per loro, l’attuale regolamento sui trasporti non prevederebbe alcuna tutela. Reineke Hameleers, CEO di Eurogroup for Animals, ha spiegato come “Negli anni abbiamo assistito a sofferenze infinite ed evitabili: animali stipati su camion e navi sovraffollate, inadeguate alle esigenze degli animali trasportati e non idonee al trasporto di animali gravidi o feriti.

Le tragedie in mare e su strada hanno fornito al Comitato ANIT molte prove per fermare il trasporto di animali vivi”.

Le richieste della Commissione per il trasporto di animali vivi

La Commissione d’inchiesta ANIT ha analizzato l’attuazione, nel corso dell’ultimo anno, delle norme europee da parte degli Stati membri e la corretta applicazione da parte della Commissione europea. In occasione del voto di domani, 2 dicembre, potrebbe presentarsi l’occasione di cambiare un sistema che non valorizzerebbe le esigenze degli animali.

In particolare, il report e le relative raccomandazioni che dovranno essere votate saranno presentate per l’adozione a gennaio 2022.

Le raccomandazioni consistono in un documento che dovrà essere considerato in occasione della revisione del regolamento sui trasporti, per il quale dovrebbe arrivare una nuova proposta legislativa europea nel 2023. Nello specifico, per il nuovo regolamento sui trasporti si richiede l’aderenza ai principi di base di ridurre, perfezionare e sostituire il trasporto di animali vivi con un commercio in linea con le raccomandazioni dell’Autorità Europea per la sicurezza alimentare, dell’Organizzazione Mondiale per la salute animale e della Federazione dei veterinari d’Europa.

Potrebbe interessarti