Cronaca Italia

Insulti razzisti e commenti violenti all’aspirante Miss Italia: la 18enne decide di denunciare

Una ragazza di 18 anni aspirante Miss Italia ha ricevuto insulti razzisti sul suo profilo Instagram e ha deciso di sporgere denuncia per fermare i commenti degli hater.
Ragazza insultata

Una diciottenne di Terni ha intenzione di sporgere denuncia per via degli insulti ricevuti sui social. Anna Giulia Fossatelli, questo è il suo nome, è stata vittima di commenti razzisti sul suo aspetto fisico. La giovane donna è in gara per le selezioni a Miss Italia e alcuni hater hanno lasciato commenti violenti sotto i post pubblicati da lei stessa sulla sua pagina Instagram.

Aspirante Miss Italia insultata sui social: commenti razzisti alle sue foto

“Anche se hai un cognome italiano, non lo sei italiana, sei una meticcia”, “Sei mezza araba”, “Iscriviti al concorso del tuo paese”, queste sono solamente alcuni dei commenti razzisti lasciati sotto i post Instagram di Anna Giulia Fossatelli e riportati da Il Messaggero.

La 18enne è in gara alle selezioni di Miss Italia ed è già Miss Sorriso Umbria 2021. All’Ansa, che l’ha contattata in queste ore, ha spiegato che ha intenzione di sporgere denuncia “non tanto per una questione personale, essendo italiana, ma per le ragazze che hanno realmente origini straniere e che per questi fatti possono avere seri problemi”. “Queste cose devono essere denunciate perché non possono accadere” ha sottolineato.

18enne riceve insulti razzisti sui social: il sostegno del sindaco di Terni

L’episodio avvenuto ai danni di Anna Giulia Fossatelli ha destato grande sconcerto in queste ore.

Il sindaco di Terni, città in cui abita la 18enne si è fatto portavoce dei suoi concittadini con un post sulla sua pagina Facebook.

“La città di Terni si sente orgogliosamente rappresentata da Anna Giulia Fossatelli” ha scritto il primo cittadino. Alla giovane Miss, Leonardo Latini ha manifestato “il mio pieno sostegno per gli insulti ricevuti”. “Dispiace leggere certi commenti idioti e beceri nei suoi confronti. Ad Anna Giulia e ai suoi genitori va il mio abbraccio e la mia solidarietà” ha concluso il sindaco, riportando una delle molte notizie pubblicate in queste ore sulla ragazza.

Potrebbe interessarti