Cronaca Nera

Minore colpito da un proiettile alla testa mentre è in auto con la famiglia: giallo nel Siracusano

Giallo a Noto, in provincia di Siracusa, dove un minore è stato ferito gravemente alla testa con un colpo di pistola mentre si trovava in auto con i familiari. Indagini a tutto campo.
minore colpito da proiettile alla testa a Noto

Dramma a Noto, in provincia di Siracusa, dove un minore sarebbe stato ferito alla testa da un proiettile mentre si trovava in auto insieme alla famiglia. Attualmente il caso presenterebbe i contorni di un giallo, al vaglio degli inquirenti da alcune ore. Il giovane verserebbe in gravissime condizioni e, secondo una prima ricostruzione, la vettura su cui viaggiava sarebbe stata raggiunta dai colpi di una pistola.

Minore colpito da un proiettile alla testa mentre è in auto con la famiglia a Noto

Il minore sarebbe stato ricoverato in ospedale a Catania, e le sue condizioni, secondo quanto riferito dall’Ansa, sarebbero gravi.

Il giovane sarebbe stato attinto da un proiettile sparato da una pistola, il colpo lo avrebbe raggiunto alla testa.

Secondo una prima ricostruzione emersa dalle indagini delle forze dell’ordine, il minorenne si trovava a bordo di un’auto, in compagnia di familiari, a Noto, nel Siracusano, quando sarebbe stato centrato da un proiettile esploso lungo la strada che il veicolo si trovava a percorrere.

Minore ferito alla testa con un colpo di pistola: indagini a Noto

Stando a quanto finora emerso, in un primo momento si sarebbe ipotizzato un ferimento accidentale da un colpo partito all’interno dell’auto, ma le indagini avrebbero via via scremato le evidenze e gli inquirenti propenderebbero per lo scenario di un agguato.

Qualcuno, allo stato attuale ancora ignoto, avrebbe deliberatamente sparato contro la macchina.

 

Non è ancora chiaro chi fosse l’obiettivo dell’assalitore, se proprio il minorenne o un altro degli occupanti del mezzo. Al vaglio degli investigatori, secondo le informazioni diffuse dall’agenzia di stampa, il racconto di alcuni testimoni. Lungo il percorso in cui insiste la scena dei fatti sarebbero installati diversi sistemi di videosorveglianza, un potenziale bacino di immagini da cui estrapolare elementi eventualmente utili a risolvere quello che, al momento, avrebbe ancora tutti i contorni del giallo.

Potrebbe interessarti