Good News

Nato con un tumore al cervello e operato a soli 12 giorni: quest’anno festeggia il primo Natale in famiglia

Joey è un bambino nato con un grave tumore al cervello. Dopo due operazioni e la chemioterapia nel suo primo anno di vita, quest’anno festeggia il Natale con la sua famiglia.
A due anni subisce un trapianto di cuore: il bambino ora può festeggiare con la sua famiglia

Lo scorso anno, a Edimburgo, è nato Joey. A soli 12 giorni gli è stato diagnosticato un tumore al cervello, per il quale ha subito durante il suo primo mese di vita 2 interventi chirurgici molto importanti. Quest’anno Joey è stato in grado di aiutare ad accendere le luci di Natale al nuovo ospedale Edinburgh Sick Kids e passerà le feste vicino alla sua famiglia.

La nascita di Joey e la scoperta del tumore

Sam è una mamma di Edimburgo e lo scorso anno è nato suo figlio Joey. In quello che doveva essere un giorno indimenticabile, alla mamma di Joey, Sam è stato detto che suo figlio avrebbe avuto bisogno di un’operazione di emergenza solo pochi giorni dopo la nascita.

La mamma ha raccontato a EdinburghLiveIl nostro piccolo Joey aveva solo 12 giorni quando è stato operato d’urgenza a dicembre dello scorso anno. Ore prima, ci era stata data la devastante notizia che aveva un tumore al cervello. Ci era stato detto di prepararci al peggio. Il nostro mondo era andato in frantumi. Stavo facendo liste di Natale, compravo regali e organizzavo le giornate in famiglia. Ma improvvisamente, tutto sembrava senza speranza”. Con la prima operazione i chirurghi hanno rimosso il 50% del tumore, con la seconda il 98%.

Joey ha dovuto anche affrontare sei mesi di chemioterapia.

Il primo Natale di Joey insieme alla famiglia dopo la malattia

Quasi un anno dopo, la famiglia di Edimburgo ha avuto il momento magico che si meritava. Joey è stato invitato al nuovo ospedale Edinburgh Sick Kids per accendere le luci di Natale. Insieme ai suoi genitori e con l’aiuto della sorella maggiore Carly di 3 anni, Joey ha premuto il pulsante per illuminare l’albero di più di 20 metri e l’area circostante. Riflettendo sul tempo trascorso in ospedale nell’ultimo anno, Sam e suo marito Steven hanno condiviso la loro gratitudine nei confronti del personale sanitario e all’Edinburgh Children’s Hospital Charity (ECHC) per averli aiutati a superare questo difficile periodo.

Condividendo l’appello natalizio dell’ECHC, chiedono ai sostenitori di aiutare ad “accendere il Natale” per quei bambini e giovani gravemente malati che devono affrontare un ricovero in ospedale questo dicembre.

Il nuovo ospedale per bambini

Il giornale online EdinburghLive ha riportato anche le dichiarazione di Victoria Buchanan, di ECHC “Vorremmo ringraziare enormemente Conifox Adventure Park, Edinburgh Brass Band, Boogie in the Morning e Joey e la sua famiglia per aver contribuito a rendere il nostro primo Natale nel nuovo ospedale così speciale”.

“Questo è il nostro primo anno nella nostra nuova casa a Little France, quindi siamo determinati a renderlo il Natale più grande e migliore di sempreha dichiarato. “Anche se abbiamo illuminato l’edificio, abbiamo ancora bisogno di aiuto per illuminare il Natale e assicurarci che nessun bambino o giovane in ospedale si perda la gioia delle feste natalizie” è stato il suo appello.

Potrebbe interessarti