Good News

Stop alla terapia di conversione: una nuova legge vieta la pratica di “riorientamento sessuale”

Il parlamento canadese ha votato all’unanimità la legge che vieta la terapia di conversione. Una pratica terribile, che mira a cambiare l’orientamento sessuale degli individui.
Bandiera arcobaleno

La terapia di conversione è una pratica pseudoscientifica intesa a cambiare l’orientamento sessuale di una persona dall’omosessualità originaria all’eterosessualità. In questi giorni il governo liberale del Canada sta promuovendo una legge che vieti in tutta nazionale questo tipo di pratica, screditata dalla comunità scientifica. Si tratta di un fondamentale passo avanti per i diritti LGBTQ.

Terapia di conversione vietata: l’importante voto a favore del divieto

Il partito liberale al governo del Canada sta portando avanti un piano per il divieto nazionale della terapia di conversione. La terapia di conversione mira a cambiare l’orientamento sessuale o l’identità di genere degli individui.

È stata ritenuta dannosa dagli esperti di salute a livello globale. I liberali del primo ministro Justin Trudeau hanno proposto la misura, anche se la sua approvazione nel disegno di legge C-4 ha suscitato applausi da entrambe le parti. CBC racconta che il disegno di legge è stato presentato per la prima volta nel marzo 2020, ma è stato lasciato da parte dopo che il governo ha prorogato il parlamento.

Il partito di Trudeau ha reintrodotto il disegno di legge, ma è stato ignorato nuovamente quando il parlamento si è sciolto prima delle elezioni federali di settembre.

La Camera dei Comuni canadese ha votato all’unanimità per vietare la cosiddetta terapia di conversione LGBT. Il disegno di legge deve ora essere approvato dal Senato. I parlamentari hanno condiviso un momento di solidarietà dopo aver approvato all’unanimità un disegno di legge che vieta la questa pratica, destinata a cambiare l’orientamento sessuale di un individuo.

Stop alla terapia di conversione in Canda: la reazione dei parlamentari

In una rara dimostrazione di unanimità bipartisan, i membri del Parlamento canadese (MP) hanno votato per accelerare l’approvazione del disegno di legge.

Ciò ha scatenato un’esplosione di applausi, quando i membri del gabinetto liberale hanno abbracciato i loro colleghi conservatori.

CBC riporta le dichiarazioni del Ministro della Giustizia e procuratore generale David Lametti dopo il voto: “È una giornata fantastica. Questo è ciò che possiamo fare quando il Parlamento lavora insieme“.

Anche il deputato Randy Boissonnault ha affermato: “Sogno il giorno in cui le questioni LGBTQ non saranno più questioni politiche. E siamo un giorno più vicini a quel futuro“. Il Primo Ministro Justin Trudeau si è espresso con un tweet: “Buone notizie!

Oggi, i membri del Parlamento hanno lavorato insieme per approvare la legislazione del nostro governo che vieta la terapia di conversione – ed è ora diretta al Senato. Continueremo a lavorare per assicurarci che questa pratica ripugnante e inaccettabile sia vietata in Canada”.

Potrebbe interessarti