News - MomentoFinanza

Nike investe nel metaverso: acquisita la start up Rtfkt specializzata in sneakers virtuali

Il colosso americano è uno dei primi brand sportswear a farsi strada nella nuova frontiera digitale del metaverso. Un mercato con stime milionarie.
Sneakers Nike

La corsa al metaverso è appena cominciata e sarà importante nei prossimi anni non farsi trovare impreparati. Tutto ha avuto inizio dopo l’annuncio di Facebook dello scorso novembre in cui comunicava il cambio di denominazione della società che gestisce tutto l’universo Facebook: dall’omonimo social, fino ad Instagram e Whatsapp.

Il CEO Mark Zuckerberg annunciò che tutto a breve sarebbe passato alla nuova società chiamata Meta. Si trattava soltanto del primo passo verso il metaverso. Secondo Mark il mondo digitale sta cambiando, dai social in breve tempo si passerà ad una nuova frontiera del digitale, appunto il cosiddetto metaverso.

Una realtà virtuale dove si viene rappresentati attraverso un avatar. Ambienti digitali che riproducono in modo realistico la realtà, permettendo di avere interazioni sociali e di visitare luoghi virtuali grazie a degli appositi visori.

Nike entra nel mercato del metaverso con prospettive miliardarie

Dal momento dell’annuncio di Facebook/Meta il mondo ha iniziato a scoprire questa nuova frontiera in cui a breve ci immetteremo. Il giro d’affari è enorme ed ecco che numerose multinazionali stanno iniziando ad organizzarsi per sbarcare in questi ambienti virtuali.

Come ad esempio il colosso Nike che ha appena annunciato di aver portato a termine l’acquisizione della start up Rtfkt studios, piattaforma specializzata nella realizzazione principalmente di sneakers virtuali personalizzate, fondata lo scorso anno in piena pandemia da Benoit Pagotto, Chris Le e Steven Vasilev. Per capire la portata del settore in occasione del capodanno cinese, la start up ha progettato una sneakers virtuale unica in oro puro, che è stata venduta all’asta sul mercato digitale cinese Treasureland per circa 28.000 dollari.

Le cifre dell’acquisto non sono state rese note ma il CEO di Nike John Donahoe ha dichiarato che questa acquisizione rappresenta un ulteriore passo in avanti verso la trasformazione digitale di Nike.

“Il nostro piano prevede investimenti nel marchio Rtfkt, al fine di supportare la crescita delle loro community innovativa ed estendere il raggio d’azione di Nike nel digitale” – ha detto.

Alcune mosse lasciavano presagire l’ingresso nel mondo virtuale

Che Nike si apprestasse a sbarcare nel metaverso lo si era capito già alcune settimane fa quando ha presentato 4 richieste all’ufficio marchi americano per proteggere i suoi marchi in diverse categorie tra cui “beni virtuali scaricabili” e servizi correlati per negozi al dettaglio e per l’intrattenimento.

In sintesi, estendere l’applicazione dei propri marchi registrati anche a prodotti pensati per il mondo virtuale. Ma non è tutto. Il colosso americano ha anche annunciato la creazione di un mondo virtuale chiamato Nikeland sulla piattaforma di videogiochi Roblox Corp. Uno spazio che include edifici di vario genere, oltre a campi e arene in cui i giocatori possono competere tra loro indossando capi griffati rigorosamente digitali.

Nike è uno dei primi brand sportswear a farsi strada nella nuova frontiera digitale.

Un mercato in ampia ascesa che secondo alcune stime soltanto nel settore della moda e del lusso potrebbe entro il 2030 portare introiti stimati in circa 50 miliardi di dollari.

Potrebbe interessarti