Cronaca dal Mondo

Vietato fare la spesa o ridere per 11 giorni: la Corea del Nord impone gli obblighi per il lutto nazionale

Per 11 giorni in Corea del Nord non sarà possibile ridere, fare la spesa, parlare ad alta voce, per commemorare il decimo anniversario di morte del padre di Kim Jong Un.
Vietato fare la spesa o ridere per 11 giorni: la Corea del Nord impone gli obblighi per il lutto nazionale

In Corea del Nord, per 11 giorni i cittadini non potranno ridere, bere alcool, festeggiare compleanni o fare la spesa nei negozi di alimentari. Il divieto è stato imposto dal governo, per commemorare il decimo anniversario della morte del padre di Kim Jong Un. Per oltre dieci giorni, le pene per chi non rispetterà le leggi imposte inoltre saranno ancora più dure. Il divieto inizierà il 17 dicembre e durerà fino al 28 dicembre.

Lutto di 11 giorni imposto dal governo della Nord Corea

L’obbligo di rispettare un lutto dalla durata di 11 giorni per il decimo anniversario dalla morte di Kim Jong Il in Nord Corea sta destando grande sorpresa in tutto il mondo.

Lo storico leader prese il posto del padre Kim Il Sung al momento della sua morte, avvenuta nel 1994 e governò lo Stato fino al 2011, anno del suo decesso. Il periodo di governo di Kim Jong Il, riferisce Radio Free Asia, è coinciso con uno dei momenti peggiori per il suo Stato: la carestia avvenuta dal 1994 al 1998. In quegli anni, pare siano morti milioni di cittadini.

Ogni anno i coreani rispettano periodi di lutto in memoria di Kim Jong Il e di Kim Il Sung, dalla durata di una settimana. Per la morte del padre di Kim Jong Un, avvenuta più recentemente, si tengono invece abitualmente commemorazioni di 10 giorni.

Quest’anno però, in onore del decimo anniversario, dureranno 11 giorni.

Lutto nazionale in Nord Corea: vietato fare la spesa e ridere

Gli abitanti della Nord Corea devono mostrare “solennità” in pubblico in onore del loro vecchio sovrano. “Durante il periodo di lutto, non dobbiamo bere alcolici, ridere o impegnarci in attività ricreativespiega a Radio Free Asia un cittadino di Sinuiju. Secondo questa fonte inoltre, in questi giorni non sarà nemmeno possibile recarsi nei negozi di alimentari per fare la spesa. “Anche se una membro della tua famiglia morisse durante questo periodo, non ti sarebbe concesso di piangere o parlare ad alta voce e il corpo dovrebbe essere fatto uscire solamente alla fine del periodo” riferisce ancora.

“La gente non può celebrare il suo compleanno, se questo cade in questo periodo” ha aggiunto.

Una seconda fonte ascoltata da RFA, ha spiegato che “gli abitanti devono anche collaborare per aiutare i kotjebi”, ovvero i mendicanti. Il lungo periodo di lutto ha effetti molto pesanti sulla quotidianità dei nordcoreani.

“Spero che il periodo di lungo per Kim Jong Il sarà accorciato a una settimana, così come il periodo di lutto per Kim Il Sung” ha osservato ancora.

Divieti in Nord Corea per il lutto nazionale: pene e sanzioni durissime

Come riferito da una delle due fonti, dall’inizio di dicembre la polizia è stata incaricata di mantenere l’ordine fermando qualsiasi atteggiamento giudicato inappropriato. “Hanno un potere speciale di reprimere coloro che danneggiano l’umore di lutto collettivo ha riferito. “In passato, in molti sono stati visti bere o drogarsi nel periodo di lutto e sono stati arrestati e trattati come criminali ideologici. Sono stati portati via e mai più visti ha ancora rivelato.

Per mantenere l’ordine e la sicurezza pubblica, alcune compagnie sono state incaricate di raccogliere e distribuire cibo per i residenti e i lavoratori che non possono recarsi a lavorare a causa della mancanza di cibo.

Potrebbe interessarti