Cronaca Italia

Neonato operato per un raro tumore al cuore: il delicato intervento avvenuto durante il parto

Non avrebbe potuto sopravvivere se non fosse stato operato subito: è la storia di un bimbo nato a Torino e affetto da un raro tumore al cuore. Ecco come sta adesso.
bimbo nato con tumore al cuore come sta

Nella giornata di ieri, 23 dicembre, l’ospedale Regina Margherita di Torino ha assistito all’esecuzione di un intervento cardiochirurgico di importanza storica, che ha permesso di salvare un neonato affetto da un raro tumore cardiaco che non gli avrebbe lasciato scampo. Ecco cosa è successo.

Nasce con un raro tumore al cuore: neonato salvato da un incredibile intervento

Si è trattato di un intervento cardiochirurgico delicatissimo, reso ancora più complesso dal fatto di essere stato eseguito durante il parto. Il piccolo protagonista dell’operazione è un neonato che presentava un raro tumore cardiaco fetale, una patologia che richiede l’asportazione del tumore alla nascita per poter garantire la sopravvivenza del piccolo.

La massa tumorale occupava infatti quasi tutto il torace, comprimendo cuore e polmoni e impedendone l’espansione. In questo modo per il neonato sarebbe stato impossibile respirare.

Operato durante il parto: come si è svolto l’intervento sul bambino nato a Torino

Il tumore era già stato diagnosticato prima della nascita nel centro di Ecografia dell’ospedale Sant’Anna di Torino ed era stato valutato come potenzialmente fatale. Per salvare la vita del piccolo è stato così programmato il parto con un’équipe multispecialistica e l’intervento è stato condotto utilizzando una tecnica denominata EXIT: il bambino è stato intubato mentre era ancora attaccato alla placenta ed è stato quindi operato durante il parto cesareo.

L’operazione ha richiesto un’assistenza multidisciplinare che ha coinvolto ginecologi-ostetrici, neonatologi, cardiologi, anestesisti rianimatori e cardiochirurghi pediatrici e si è svolta presso l’ospedale Infantile Regina Margherita della Città della Salute di Torino.

Come sta il neonato dopo l’intervento cardiochirurgico a Torino

Pur essendo stato sottoposto a un intervento così importante, l’ospedale ha reso noto che il piccolo ora sta bene e potrà condurre una vita praticamente normale.

Sarebbe già stato dimesso dalla Terapia intensiva cardiochirurgica e si troverebbe ora in Terapia Intensiva neonatale. Avrebbe già iniziato ad alimentarsi, prima con il latte di banca e infine con il latte della madre. Al momento della nascita, il piccolo pesava 1,9 kg. Il parto è avvenuto a 33 settimane, dopo che la madre era stata ricoverata per uno scompenso ingravescente e sottoposta a terapia per correggere lo scompenso, guadagnando così 2 preziose settimane di tempo.

Potrebbe interessarti