Cronaca Italia

Tamponi, dove si fanno e quanto costano: tutte le soluzioni disponibili e le differenze da conoscere

Non è semplice capire quale tipo di tampone è più adatto e dove è possibile richiederlo. Ecco quali sono le opzioni disponibili e dove ci si può rivolgere.
Tamponi, dove si fanno e quanto costano: tutte le soluzioni disponibili e le differenze da conoscere

Le festività hanno visto una corsa ai tamponi per assicurarsi un Natale da passare con i propri cari in tutta sicurezza. Ma dove si possono fare i tamponi e qual è il loro costo? Ecco tutte le opzioni disponibili.

Tamponi rapidi e molecolari, come si possono richiedere e come funzionano

Prima del giorno di Natale, i dati di Federfarma riferiti a 14.000 farmacie hanno stimato una richiesta di 700.000 tamponi. Si tratta di uno strumento che consente di capire se, al momento dell’esecuzione, si è infetti o meno dal Coronavirus. Permette di ottenere un Green Pass “base” della validità di 48 ore per il tampone rapido e di 72 ore per il tampone molecolare, considerato più affidabile.

Come ha sottolineato il Sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, però, non deve essere scambiato per una sicurezza contro il Covid, perché sottoporsi a un tampone non comporta una protezione dal contagio.

Dove rivolgersi per sottoporsi a un tampone: quali sono le opzioni

I tamponi possono essere effettuati scegliendo 3 diverse modalità. La prima, nonché la più diffusa, consiste nel recarsi presso le farmacie in tutto il territorio italiano. Il prezzo dei tamponi eseguiti in farmacia è calmierato, sulla base del protocollo d’intesa siglato dal Commissario all’emergenza Covid Figliuolo con gli operatori farmaceutici, in vigore da agosto 2021 alla fine dello stato d’emergenza, cioè fino al 31 marzo 2022.

Il costo è quindi fissato a 15€ per tutte le persone maggiorenni e a 8€ per gli under 18. Si tratta di tamponi antigenici rapidi e, sulla base del protocollo, dovrebbero essere richiesti da persone non abbiano avuto contatti stretti con persone positive negli ultimi 7-10 giorni. Chi si reca in farmacia per un tampone, inoltre, non dovrebbe avere una temperatura corporea superiore a 37,5° né presentare sintomi a livello respiratorio.

Cosa fare in caso di contatto con persone positive e dove richiedere i tamponi molecolari

Nel caso di contatti stretti con una persona positiva al virus, invece, la procedura da seguire è differente.

Occorre infatti avvertire il proprio medico di base, che a sua volta contatterà o fornirà i contatti dell’Asl o dell’Ats competente. Saranno loro a disporre la quarantena e il monitoraggio. Il medico di base può prescrivere un tampone molecolare da effettuarsi presso le Asl, negli appositi drive in. In questo caso, il tampone risulta gratuito. Chi è sottoposto alla quarantena non ha l’obbligo di effettuare un tampone e, nel caso dovesse risultare negativo, non potrà terminare in anticipo il periodo di isolamento.

Infine, dopo i drive in delle Asl, la terza modalità per ottenere un tampone consiste nel rivolgersi a laboratori privati. Anche in quest’ultimo caso si tratta di tamponi molecolari, il cui prezzo parte in genere da 60€.

Potrebbe interessarti