TV e Spettacolo

I 5 film che hanno segnato il 2021: l’arte torna a farsi spazio sui grandi schermi cinematografici

Dopo la riapertura dei cinema, teatri e mostre, le persone possono finalmente tornare a vivere l'arte. Vediamo i 5 film che hanno lasciato un'impronta nel 2021
I 5 film che hanno segnato il 2021: l'arte torna a farsi spazio sui grandi schermi cinematografici

Come il 2020 è stato l’anno del declino e della pausa forzata per l’arte -cinema, mostre teatri sono stati a lungo chiusi per via del Covid 19- nel 2021 abbiamo assistito a una rinascita e una ripartenza nel mondo dell’arte che non è stata indifferente. Dalle riaperture dei cinema sono usciti in sala molti film, ma quali sono quelli che hanno lasciato un segno in questo 2021?

West Side Story

Il film dell’anno è West Side Story, il capolavoro di uno dei registi più amati al mondo: Steven Spielberg. Il film è un remake della storia nata come musical di brodway e poi portato al cinema nel 1961 che racconta l’amore travagliato tra Maria e Tony, amanti vicini alle due bande rivali che si litigano il potere nell’Upper West Side newyorkese.

il musical di Spielberg è un film di 2 ore e mezza di grande cinema, che non avrà fatto storcere il naso a nessuno, nemmeno ai non amanti del genere. Impossibile non emozionarsi davanti a questa versione di Spielberg, che mette in campo tutta la sua sapienza registica.

Annette: onirismo nel film di Leos Carax

Ad aggiudicarsi un posto tra i 5 film che celebrano di più l’arte nel 2021 è il capolavoro Annette, con Adam Driver e Marion Cotillard. Il film di Leos Carax è un lavoro che punta fortemente su immagine e musica, per un musical stimolante: la storia di Henry e Ann, che diventano genitori della piccola Annette, creatura speciale e piena di sorprese.

Annette è un musical di grande genialità e si può definire un cinema di nicchia, ma si tratta di una vera esplosione di bellezza.

Luca: il successo Pixar che ha reso famosa Porto Rosso

Non può mancare il grande successo italiano, un film Disney Pixar con la regia di Enrico Casarosa, che in Luca ha raccontato una storia personale, legata ai suoi luoghi e personaggi di infanzia. Luca è un film che, come nella tradizione dei lavori Pixar, mette assieme tecnica, racconto, sentimento, risate e commozione.

Luca ha anche contribuito a rendere famosa una piccola perla ligure, la cittadina di Porto Rosso, luogo in cui avvengono le vicende narrate.

Drive my car: dialoghi e intimismo a Hiroshima

Drive my car è un film diretto dal giapponese Ryūsuke Hamaguchi, è stato presentato in concorso al 74esimo Festival di Cannes.

Drive my car è un road movie ambientato nella città di Hiroshima, un viaggio in macchina, ricco di dialoghi in cui si esplora l’animo dei personaggi. Il film riflette su cos’è l’amore e su quanto è difficile aprirsi con le altre persone e su quanto possono pesare le scelte del passato.

Dune: l’arte nella creazione delle atmosfere

L’attesissimo remake del noto film del 1984 ha portato sullo schermo Timotée Chalamet nei panni del figli del Duca Leto Atreides. Denis Villeneuve, con quest’opera, ha voluto giocare una scommessa rischiosa, andando a rifare un film estremamente iconico, ma ha vinto su tutta la linea: molti hanno trovato le scenografie, i costumi e le ambientazioni di Dune delle vere e proprie opere d’arte.

Potrebbe interessarti