TV e Spettacolo

Paolo Calissano è morto: lutto nel mondo dello spettacolo, l’attore di “Vivere” trovato senza vita a 54 anni

Morto l'attore Paolo Calissano, volto noto di fiction come Vivere e La dottoressa Giò. Il decesso sarebbe avvenuto nella sua casa di Roma e ci sarebbe già una prima ipotesi sulle cause.
Paolo Calissano è morto: lutto nel mondo dello spettacolo, l’attore di “Vivere” trovato senza vita a 54 anni

Risveglio sotto choc nel mondo dello spettacolo per la morte di Paolo Calissano, attore 54enne famoso per la sua carriera sul set di numerose fiction e soap di successo, da La dottoressa Giò a Vivere. Un nuovo lutto si abbatte sulle cronache nazionali a chiudere un 2021 funestato dalla morte di personaggi amatissimi dal pubblico, da Franco Battiato a Raffaella Carrà. Secondo quanto trapelato, l’attore sarebbe stato trovato senza vita all’interno della sua abitazione di Roma.

Morto Paolo Calissano, l’attore aveva 54 anni

La notizia della morte di Paolo Calissano è arrivata all’alba di oggi e sarebbe spuntata una prima ipotesi sulle cause della morte, su cui comunque dovrebbe intervenire un’autopsia a chiarire tutti i contorni dell’accaduto.

Stando a quanto si apprende, riferisce RaiNews, l’allarme sarebbe stato lanciato dalla compagna dell’attore che ne avrebbe scoperto il corpo senza vita nella sua abitazione, dove sarebbero state trovate anche diverse pillole di psicofarmaci.

Al momento gli inquirenti, secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, lavorerebbero all’ipotesi di un’overdose dai medicinali che avrebbe assunto per curare una depressione. Ancora da accertare, riferisce Agi, se volontaria o fortuita.

Dalle prime informazioni è emerso che la compagna avrebbe provato a contattarlo per tutta la giornata di ieri, invano. Poi, intorno alle 23, la tragica scoperta. Calissano aveva 54 anni e la sua storia è stata densa di successi ma, come riportano le cronache, anche di fatti tragici che ne avrebbero segnato l’esistenza.

Chi era Paolo Calissano: il successo con la soap Vivere e le pagine drammatiche della sua storia

Paolo Calissano è nato nel 1967 a Genova, figlio di un ufficiale dell’Aeronautica e di una donna di nobili origini, Mercedes Galeotti de’ Teasti dei conti di Mantova.

L’esordio davanti alle telecamere è avvenuto negli anni ’80 in uno spot televisivo, poi gli studi di recitazione alla School of Arts di Boston e i primi passi nel mondo dei fotoromanzi e in General Hospital, fino al successo su set famosi tra cui la serie tv La dottoressa Giò e il ruolo di punta nella soap opera Vivere (dove interpretava il dottor Bruno De Carolis), oltre a Vento di ponente e Per amore. Nel 2004 la partecipazione alla seconda edizione de L’Isola dei Famosi (interrotta per un infortunio) e, nel 2005, la drammatica pagina di cronaca che lo avrebbe visto coinvolto.

Risale ad allora la morte di una donna brasiliana di 31 anni, Ana Lucia Bandeira Bezerra, nell’appartamento genovese dell’attore, riporta ancora RaiNews, a causa di un’overdose di cocaina. Calissano era stato arrestato con l’accusa di aver ceduto la sostanza, aveva patteggiato una pena di 4 anni scontati in una comunità di recupero per tossicodipendenti. Nel 2007, tornato in libertà grazie all’indulto, avrebbe ripreso a recitare.

Nel 2008 era rimasto coinvolto in un incidente stradale a seguito del quale sarebbe stato trovato positivo alla cocaina. Nel 2015, dopo una lunga assenza dalle scene, ospite al Maurizio Costanzo Show, aveva confessato di essere un uomo nuovo e di coltivare con passione alcuni importanti progetti professionali.

La sua ultima esperienza, nel 2018, è stata nella fiction Non dirlo al mio capo 2.

Potrebbe interessarti