Cronaca dal Mondo

Texas, un uomo tiene in ostaggio diverse persone in una sinagoga: sequestratore ucciso

Un uomo terrebbe in ostaggio diverse persone in una sinagoga in Texas. L'uomo avrebbe chiesto di parlare con la sorella, una donna arrestata per terrorismo. Sul posto FBI e SWAT.
agente dell'Fbi

Sabato di terrore a Colleyville, Texas, dove un uomo avrebbe preso in ostaggio diverse persone in una sinagoga dove si stava svolgendo il servizio religioso. Secondo le informazioni rilasciate dalla Polizia della cittadina, sono intervenute sul posto squadre della SWAT e gli agenti speciali dell’FBI. Non sono noti al momento i dettagli in merito al numero di ostaggi presententi nell’edificio.

Ostaggi in una sinagoga in Texas: interviene la SWAT

Il dipartimento di Polizia di Colleyville, comune nella contea di Tarrant, poco distante da Dallas, informa di un’operazione della SWAT nella sinagoga locale.

Un uomo sarebbe entrato nell’edificio durante la funzione religiosa del sabato, tenuta in diretta streaming, e starebbe ora tenendo in ostaggio diverse persone presenti nell’edificio.

La richiesta di parlare con la sorella arrestata per terrorismo

L’uomo avrebbe richiesto di poter parlare con la sorella, Aafia Siddiqui, neuroscienziata di origine pakistana, che è detenuta negli Stati Uniti dal 2008 per terrorismo. Non è chiara al momento l’identità dell’uomo o se sia effettivamente il fratello della detenuta, arrestata in Afghanistan con l’accusa di aver tentato di uccidere diversi soldati americani.

La Casa Bianca monitora quanto succede a Colleyville

La sinagoga è frequentata dai membri della Congregation Beth Israel, una comunità ebraica fondata in Texas nella seconda metà dell’Ottocento. La Polizia ha invitato i residenti a evitare la zona, che è stata già transennata ed evacuata, mentre le forze dell’ordine continuano l’operazione. Sul luogo sono intervenuti i negoziatori dell’FBI, che secondo la CNN avrebbero stabilito un contatto con l’uomo, che parlerebbe con accento britannico.

Mentre nessuna informazione ufficiale in merito alla situazione viene fornita, la testata locale Fort Worth Star-Telegram informa che non è chiaro la condizione degli ostaggi, che potrebbero essere circa quattro.

Sui social intanto si moltiplicano gli appelli per le persone che sarebbero presenti nella sinagoga, tra cui il rabbino Charlie Cytron-Walker.

https://twitter.com/AdamMilstein/status/1482441458149900296

La giornalista Arlette Saenz della CNN ha scritto su Twitter che anche la Casa Bianca starebbe monitorando l’evoluzione della situazione. Oltre alle forze dell’ordine federali, il Dipartimento di Sicurezza Pubblica del Texas starebbe fornendo assistenza alla Polizia locale.

Ostaggi liberati in Texas: sequestratore ucciso

AGGIORNAMENTO 16/01 9.30 – Si è conclusa con la morte del sequestratore la vicenda degli ostaggi sequestrati in una sinagoga a Colleyville, Texas. Le forze dell’ordine hanno effettuato un blitz dopo 10 ore e tentativi di trattativa condotti dall’FBI. Le fonti riportano che gli agenti hanno sfruttato un esplosione controllata per entrare nella sinagoga, per poi aprire il fuoco sul sequestratore. Tutti gli ostaggi sono stati liberati.

Potrebbe interessarti