Cronaca dal Mondo

Cadavere di un bambino di 10 anni trovato in una valigia: l’agghiacciante scoperta e l’ipotesi

Il cadavere di un bimbo di 10 anni è stato trovato in una valigia poche ore dopo la sua scomparsa: l'ipotesi degli inquirenti e la ricostruzione dopo l'atroce ritrovamento.
Cadavere di un bambino di 10 anni trovato in una valigia: l'agghiacciante scoperta e l'ipotesi

Il cadavere di un bambino di 10 anni è stato trovato all’interno di una valigia poche ore dopo la sua scomparsa. L’agghiacciante scoperta sarebbe stata fatta a Ferrières-en-Brie, banlieu di Parigi, nel pomeriggio di ieri e dalle prime informazioni sarebbe emerso un quadro terribile: il piccolo sarebbe stato ucciso a coltellate.

Cadavere di un bambino di 10 anni trovato in una valigia

L’orrore nella banlieue di Parigi si sarebbe materializzato, in tutto il suo carico di shock e interrogativi, nel pomeriggio di ieri, 27 gennaio, quando il cadavere di un bimbo, di cui non si avevano più tracce dalle ore precedenti, è stato ritrovato in una valigia a Ferrières-en-Brie.

Teatro dell’atroce scoperta sarebbe un’area situata a un centinaio di metri dall’abitazione della famiglia della vittima, secondo una prima ricostruzione uccisa a coltellate poco dopo la scomparsa. Il ritrovamento, riporta l’Ansa, sarebbe avvenuto grazie a un cane dell’unità cinofila dei soccorritori impegnati nelle ricerche del minore, e le indagini della polizia punterebbero a una terribile ipotesi. Il corpo senza vita si trovava vicino a un cassonetto.

Cadavere di un bimbo in valigia: si cerca la madre

Le informazioni finora emerse sulla vicenda, riferisce il quotidiano francese Le Figaro, sarebbero state confermate dalla procura di Meaux in un comunicato.

Il minore sarebbe scomparso insieme alla madre 33enne nella serata di mercoledì e la denuncia, presentata dal padre del bimbo, sarebbe stata raccolta dagli agenti di Lagny-sur-Marne.

Secondo quanto finora ricostruito, l’uomo si sarebbe recato dalla polizia perché preoccupato per la loro assenza al ritorno dal lavoro, come ha spiegato il pubblico ministero Laureline Peyréfitte.

Attualmente, la donna sarebbe ricercata ed è su di lei che si sarebbero concentrati i sospetti per l’omicidio del bambino.

Un delitto che, stando agli elementi cristallizzati in sede di indagine, si sarebbe consumato all’interno dell’abitazione della famiglia. I rilievi intervenuti nella casa, infatti, avrebbero permesso di evidenziare tracce di sangue ora al vaglio degli inquirenti. Venerdì l’autopsia per determinare la causa esatta della morte.

Potrebbe interessarti