Politica

Mattarella e la casa dopo le Elezioni a Presidente della Repubblica: il web ironizza sull’appartamento

I social hanno ironizzato sulla rielezione di Sergio Mattarella come Presidente della Repubblica, ma c'è anche attesa per il giuramento: quando avverrà e come si svolgerà.
Mattarella e la casa dopo le Elezioni a Presidente della Repubblica: il web ironizza sull'appartamento

Nuovo trasloco per Sergio Mattarella, riconfermato a gran voce come Presidente della Repubblica, che ora dovrà tornare al Quirinale dopo aver appena preso in affitto un prestigioso appartamento nel centro di Roma. Tra l’ironia del web e l’imminente giuramento, ecco cosa sta succedendo in questi giorni.

Sergio Mattarella, l’attesa per il giuramento e l’ironia sull’appartamento in affitto

Sergio Mattarella è stato eletto per il suo secondo mandato da Presidente della Repubblica, nonostante le resistenze espresse negli scorsi mesi. Il popolo dei social si è scatenato fin da subito, ironizzando sull’appartamento nel quartiere Pinciano-Parioli appena preso in affitto dal nuovo capo di Stato, coerentemente con il suo proposito di non accettare un secondo mandato.

Si tratta di un’abitazione di 100 mq a pochi passi dal centro storico, vicina a quella della figlia Laura, che ora dovrà subito abbandonare per tornare al Quirinale. Sul web si sono scatenate tutte le ipotesi possibili: il nuovo Presidente deciderà di conservare le chiavi di casa o rischierà di perdere la caparra? Per il momento, l’unica certezza sono i preparativi per il giuramento che avverrà in data giovedì 3 febbraio.

Il giuramento del Presidente della Repubblica: quando sarà e come avverrà

Non solo ironia, ma anche sinceri auguri.

Come si legge sull’account Twitter del Quirinale, “Il presidente Mattarella ringrazia le concittadine e i concittadini che – attraverso telefonate, lettere, mail e messaggi sui social – gli hanno espresso auguri, affetto, suggerimenti e critiche. Costituiscono una preziosa sollecitazione per l’impegno a servizio della Repubblica”. L’Italia è ora in attesa di assistere al giuramento che avrà luogo giovedì 3 febbraio alle ore 15, termine ufficiale del precedente settennato.

Avverrà nell’Aula di Montecitorio, in presenza del Parlamento riunito in seduta comune, con i delegati regionali e i membri del governo. L’ingresso ai grandi elettori sarà consentito solo in caso di negatività al Covid. Nell’Aula, Sergio Mattarella pronuncerà il suo discorso e illustrerà le linee guida del suo secondo mandato.

In seguito, si recherà all’Altare della Patria per rendere omaggio al Milite Ignoto e assisterà al passaggio delle Frecce tricolore. L’ultimo passaggio sarà l’arrivo al Quirinale a bordo della Lancia Flaminia presidenziale del 1961, scortata dal reggimento dei corazzieri a cavallo, che completerà così il trasferimento del nuovo Presidente della Repubblica dalla sua residenza privata a quella ufficiale.

Potrebbe interessarti