Cronaca Italia

Morto in casa, vicini sigillano la porta per non sentire odore e nessuno chiama i soccorsi: il caso a Genova

Il cadavere di un 67enne trovato nella sua casa. Giunti sul posto dopo l'allarme dei servizi sociali, i soccorritori avrebbero trovato la porta sigillata da alcuni vicini per il cattivo odore.
Muore in casa, vicini sigillano la porta per non sentire odore e nessuno chiama i soccorsi: il caso a Genova

Nessuno si sarebbe insospettito o avrebbe chiamato i soccorsi, ma qualcuno si sarebbe dedicato a sigillare la porta della casa in cui si trovava il corpo senza vita di un 67enne, secondo la ricostruzione deceduto da giorni, per non sentire odore. È la cronaca di un caso che arriva da Genova e che avrebbe visto alcuni vicini dell’uomo isolare l’ingresso dell’abitazione con dello scotch, senza però chiedersi se all’interno fosse accaduto qualcosa. La scoperta con l’intervento dei Vigili del fuoco e dei vigili urbani, allertati dai servizi sociali.

Muore in casa a Genova, vicini sigillano la porta per non sentire odore e nessuno chiama i soccorsi

Invece di chiamare i soccorsi per quel cattivo odore, secondo quanto riferito dall’Ansa, i vicini del 67enne morto nella sua abitazione avrebbero sigillato la porta dell’appartamento così da evitare fastidio.

Ignari che all’interno vi si trovasse il corpo senza vita dell’uomo che, stando alla ricostruzione dei fatti finora emersa, sarebbe deceduto diversi giorni prima del ritrovamento. Il caso sarebbe avvenuto nel quartiere Sant’Eusebio del capoluogo ligure, balzato in testa alle cronache dopo l’allarme dei servizi sociali e la successiva scoperta del cadavere da parte dei Vigili del fuoco.

Muore in casa, vicini non si allarmano e sigillano la porta per non sentire odore: cadavere scoperto dopo giorni

L’allarme, secondo le informazioni trapelate, sarebbe scattato a seguito della prolungata assenza di risposte alle richieste di contatto avanzate dai servizi sociali. Per diversi giorni avrebbero provato a parlare con il 67enne, ma senza esito.

Alla luce di questo sospetto silenzio, riferisce Ansa, sarebbe partita una richiesta di intervento e sul posto sarebbero giunti vigili urbani e Vigili del fuoco. Poi la macabra scoperta.

Al loro arrivo, agenti e soccorritori avrebbero trovato anzitutto la porta sigillata con del nastro adesivo e, una volta all’interno dell’appartamento, vi avrebbero trovato il corpo dell’uomo, steso a terra su un piumone.

Un primo esame medico legale avrebbe accertato l’assenza di segni di violenza. Secondo gli elementi raccolti in sede di ispezione, il 67enne sarebbe deceduto almeno una settimana prima del ritrovamento.

Potrebbe interessarti