Economia

Decreto Bollette contro il caro energia, tutte le ipotesi tra bonus sociale e pannelli solari su scuole e uffici

Il Consiglio dei Ministri sta vagliando numerose ipotesi per l'imminente Decreto Bollette. Tra le misure che potrebbero essere discusse c'è l'installazione di pannelli solari su scuole e uffici: ecco cosa si attende nel Decreto.
Decreto Bollette contro il caro energia, tutte le ipotesi tra bonus sociale e pannelli solari su scuole e uffici

Il nuovo Decreto Bollette è atteso nel corso di questa settimana e dovrebbe includere sia sostegni per fronteggiare il caro energia nell’immediato sia misure a lungo termine. In particolare, si cercano risposte per l’allarme lanciato dalle imprese dei settori più colpiti dal caro bollette. Tra le soluzioni che potrebbero essere adottate spicca la possibilità di installare pannelli solari su scuole e uffici pubblici.

Decreto Bollette, tra le misure ipotizzate c’è l’installazione di pannelli solari sulle scuole

Il prossimo Consiglio dei Ministri si prospetta incentrato sui nuovi interventi contro il caro energia, per cui sono già stati individuati almeno 4.500.000.000€.

Alcune misure previste nel “pacchetto” dovrebbero rinnovare gli interventi di contenimento dei prezzi già previsti per il trimestre gennaio-marzo 2022, mantenendo l’azzeramento degli oneri generali di sistema nella bolletta della luce e dalla loro riduzione in quella del gas. Tra le soluzioni a lungo termine spicca invece l’ipotesi di semplificare il ricorso alle energie rinnovabili e la spinta della Pubblica Amministrazione, facilitando l’installazione di pannelli solari su uffici e scuole.

Cosa succederà al bonus sociale nelle bollette di luce e gas con il nuovo Decreto

Parte delle risorse del Decreto Bollette dovrebbe poi essere destinata al bonus sociale, cioè un bonus che le famiglie in condizioni di disagio economico o fisico ricevono direttamente come sconto in bolletta.

Al momento la Legge di Bilancio ha potenziato questo strumento con 912.000.000€, ma il Governo sta valutando se procedere a un rafforzamento dello sconto in bolletta oppure se allargare la platea di persone che possono accedere al bonus sociale. La decisione potrebbe arrivare quando l’Autorità Arera procederà all’aggiornamento delle tariffe di luce e gas sulla base dell’andamento dei prezzi, attesa per fine marzo.

Cosa potrebbe prevedere il Decreto Bollette per le imprese in difficoltà

Per contrastare gli effetti del caro bollette di luce e gas sulle imprese, soprattutto quelle appartenenti ai settori cosiddetti “energivori”, il Governo intende ricorrere a misure di sostegno ma anche di alleggerimento dei costi. La prima soluzione per alleggerire i costi potrebbe prevedere il trasferimento di energia rinnovabile al prezzo calmierato di 50€ per megawattora per il biennio 2022-2023. La seconda dovrebbe prevedere l’incremento della produzione nazionale di gas per 3.000.000 di metri cubi l’anno e la loro cessione alle industrie con contratti a lungo termine, con tariffe a 0,16€ per metro cubo standard.

Potrebbe interessarti