Bandi

Concorso ordinario per insegnanti di medie e superiori: pubblicate le date. Quando si terranno gli esami

L'attesissimo concorso ordinario per insegnare nelle scuole medie e superiori sta per arrivare: quali sono le date pubblicate dal Ministero dell'Istruzione e come si svolgeranno le prove.
Concorso ordinario per insegnanti di medie e superiori: pubblicate le date. Quando si terranno gli esami

Il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato l’attesissimo calendario per lo svolgimento delle prove del concorso ordinario per la scuola secondaria. Ecco quali sono le date in cui i candidati affronteranno gli scritti e dove si svolgeranno le prove.

Concorso ordinario per scuole medie e superiori, il calendario delle prove

Sta per arrivare il tanto atteso concorso ordinario per il reclutamento del personale docente per i posti comuni e di sostegno della Scuola secondaria di I e di II grado. A darne comunicazione è il Ministero dell’Istruzione, che ha reso noto il calendario in cui sarà possibile sostenere le prove concorsuali.

Si parte lunedì 14 marzo e si proseguirà nei giorni 15, 16, 17, 18, 21, 22, 23, 24, 25, 28, 29, 30, 31 marzo, e poi ancora l’1, 4, 5, 6, 7, 8, 11, 12, 13 aprile. Mercoledì 13 aprile sarà l’ultimo giorno di concorso. I candidati dovranno sostenere le prove nella Regione per la quale hanno presentato domanda, e dovranno recarsi nelle sedi che saranno individuate dagli Uffici scolastici regionali competenti per territorio.

Come si svolgerà il concorso ordinario per insegnare alle medie e alle superiori

Alcune classi di concorso non sono state calendarizzate. Come ha spiegato il Ministero, queste classi saranno oggetto di comunicazioni apposite che saranno inoltrate in un secondo momento.

Il concorso ordinario era stato bandito il 20 aprile 2020 e vede coinvolti più di 400.000 candidati. Le domande potevano essere presentate entro il 31 luglio 2020, ma il susseguirsi delle fasi della pandemia ne aveva posticipato lo svolgimento. Ora l’attesa sembra destinata a finire. Il concorso si svolgerà secondo le disposizione introdotte dal Decreto Sostegni Bis, quindi sarà composto da un’unica prova scritta a cui seguiranno una prova orale e la valutazione dei titoli.

La prova concorsuale scritta consisterà in alcuni quesiti a risposta multipla per verificare le conoscenze e le competenze sulla disciplina della classe di concorso scelta dal candidato. Saranno accertate anche le conoscenze di informatica e lingua inglese. La prova scritta avrà una valutazione di 100 punti e richiede un punteggio minimo di 70 per essere superata. Per il futuro ora si prevedono concorsi da bandire con più regolarità e continuità, con una nuova modalità di reclutamento e formazione da inserire nel contesto del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Potrebbe interessarti