Cronaca dal Mondo

Stati Uniti, fa sesso in cambio di sigarette elettroniche: coinvolti 9 studenti delle superiori

Negli Stati Uniti una donna avrebbe avuto rapporti sessuali con 9 studenti maschi minorenni delle scuole superiori in cambio di sigarette elettroniche.
sigaretta elettronica

Negli Stati Uniti una donna di 38 anni, Melissa Blair, avrebbe avuto rapporti sessuali con 9 studenti delle scuole superiori tra il 2020 e il 2021 in cambio di sigarette elettroniche. Sarebbe stata arrestata con 22 capi di imputazione.

Stati Uniti, rapporti sessuali con 9 studenti in cambio di sigarette elettroniche

Melissa Blair, 38 anni, del Tennessee, è stata accusata martedì 15 febbraio 2022 di aver avuto rapporti sessuali con 9 studenti maschi con un’età compresa tra i 14 e i 17 anni che frequentavano la scuola superiore McMinn Central High School a Englewood. I fatti sarebbero avvenuti tra la primavera del 2020 e la fine del 2021, e le prestazioni sessuali sarebbero state fornite in cambio di sigarette elettroniche.

La notizia è stata riportata dal New York Post e, secondo quanto riferisce l’emittente locale WTVC-TV, la donna sarebbe stata accusata di 18 capi di imputazione per stupro legale, e di 4 per traffico di esseri umani per prostituzione condiscendente, adescamento di minore e confisca di proprietà personale. Secondo quanto riportano le fonti, le indagini sarebbero iniziate per una lettera anonima ricevuta dal distretto scolastico in cui si confessava quanto accaduto.

Si indaga su altre vittime, famiglie devastate

Melissa Blair avrebbe pagato una cauzione di $ 100mila e il giorno stesso dell’arresto sarebbe uscita dal carcere.

Tuttavia, dovrà compare in tribunale il 28 febbraio. Le sue vittime sarebbero tutti maschi, almeno 9, ma le indagini starebbero proseguendo per verificare che non ce ne siano state altre. Inoltre, pare che la donna abbia avuto anche un figlio insieme a seguito di una relazione con qualcuno del sistema scolastico, che però si sarebbe poi trasferito.

Le famiglie delle vittime sono scioccate da quanto accaduto. Un genitore ha dichiarato alla testata locale: “Non riesco a descrivere a parole come ci si sente a vivere quello che stiamo attraversando in questo momento.

C’è ogni tipo di emozione che puoi immaginare. E nessuna di esse è felice”. E ha concluso: “Le persone si concentrano principalmente sull’autore del reato. Non si rendono conto di come una situazione del genere può devastare una famiglia. Non ho idea di come si possa andare avanti con tutto ciò”.

Potrebbe interessarti