Lavoro

Settimana lavorativa di 4 giorni, arriva la novità in Belgio: le ore di lavoro rimarranno le stesse

Il Belgio adotta la settimana lavorativa di 4 giorni, come annunciato dal primo ministro belga Alexander de Croo. Tuttavia lo stipendio e l'orario settimanale rimarrà invariato.
Settimana lavorativa di 4 giorni, arriva la novità in Belgio: le ore di lavoro rimarranno le stesse

Durante la conferenza stampa sul mercato del lavoro del 15 febbraio, il primo ministro belga Alexander de Croo ha annunciato che il Belgio abbraccia la settimana lavorativa di 4 giorni. Quindi dopo Spagna, Scozia, Islanda ed Emirati Arabi Uniti , anche il Belgio opta per accorciare la settimana lavorativa. La differenza in questo caso, rispetto alle nazioni citate in precedenza, è che il Belgio decide però di lasciare l’orario lavorativo settimanale invariato da 38 ore. Anche lo stipendio rimarrà invariato e i dipendenti potranno inoltrare la richiesta al proprio datore di lavoro. A quest’ultimo spetterà la decisione finale: in caso di rifiuto ci dovranno essere solidi ragioni come affermato dal ministro del lavoro belga Pierre-Yves Dermagne.

Flessibilità, le novità in Belgio per i lavoratori

Il governo pluripartitico belga ha come obiettivo di aumentare il tasso di occupazione dal 71% all’80% entro il 2030. Il primo ministro Alexander de Croo ha così commentato la scelta intrapresa:”Veniamo da due anni difficili di pandemia. Con questo accordo, si è posto un faro per un’economia più innovativa e digitale”.

L’intenzione del primo ministro è quella di sfruttare le nuove opportunità che la pandemia ha lasciato.

La possibilità di lavorare in modo più flessibile, dando la possibilità ai dipendenti di conciliare al meglio vita lavorativa e vita privata

Il Belgio dà il diritto di “disconnettersi”

Tra le nuove riforme presentate dal primo ministro belga, c’è la curiosa proposta del diritto a disconnettersi dopo l’orario di lavoro. Già a gennaio i dipendenti pubblici avevano avuto l’opportunità di poter spegnare il cellulare e ignorare i messaggi e le chiamate del proprio capo. Ora questo diritto si estende a tutti i dipendenti, anche privati.

Settimana lavorativa di 4 giorni: sta funzionando?

Sono diversi i paesi che hanno deciso di abbracciare la settimana lavorativa di 4 giorni.

Come già citato, oltre al Belgio troviamo nazioni come Spagna, Islanda, Giappone, Emirati Arabi Uniti e Scozia. Ma la settimana lavorativa ridotta funziona?

Tra le nazioni ad aver adottato questa politica, spicca l’Islanda che ha avviato varie prove tra il 2015 e il 2019. I dati sul controllo della qualità, analizzati da Autonomy e dall’Associazione per la Sostenibilità e la Democrazia, hanno dato risultati eccezionali. Anche Spagna e Scozia dopo settimane di prova, stanno confermando ottimi risultati.

Microsoft Japan per testare la settimana ridotta ha avviato un programma dal nome “Work-Life Choice Challenge 2019 Summer”, con la possibilità di lavorare in modo più flessibile. Mentre negli Emirati Arabi Uniti, si è deciso di optare per la settimana lavorativa di 4 giorni e mezzo.

Potrebbe interessarti