Good News

Una classe di liceo costruisce una fermata del bus di legno per un bimbo di 5 anni affetto da spina bifida

Ryder doveva aspettare l’arrivo dell’autobus alla fine del vialetto di casa senza un vero riparo dalla pioggia. Così l'istituto ha raccolto l'appello dei genitori per aiutarlo.
Una classe di lice costruisce una fermata del bus di legno per un bimbo di 5 anni affetto da spina bifida

Ryder Killam è un bambino di 5 anni nato con la spina bifida e costretto sulla sedia a rotelle dall’età di 2 anni. A causa della sua condizione aspettare lo scuolabus per lui è stato un vero problema, perché spesso si ritrovava bagnato fradicio a causa dell’assenza di riparo. Così è nata l’idea di costruire un riparo solo per lui lanciata proprio dai genitori del bimbo e che ha coinvolto gli studenti di un liceo.

Bambino sulla sedia a rotelle riceve un riparo alla fermata del bus che aspettava da tempo

È stato il padre Tim a raccontare la storia di suo figlio a Fox News, svelandone tutti i passaggi.

Sono più di 20 i metri separano la loro casa dall’autobus, e Ryder non è un bambino che può affrettarsi all’arrivo del mezzo. Per raggiungere la sua scuola i genitori lo accompagnavano ogni giorno fino al termine del vialetto ma in più di un’occasione i fenomeni atmosferici si sono rivelati un problema.

La famiglia ha cercato di ideare un’alternativa, senza successo, raccontando ad esempio: “Abbiamo finito per avere un vecchio ombrellone per tenerlo asciutto, ma con il vento che soffiava non funzionava”. Senza scoraggiarsi, i genitori hanno pubblicato un annuncio su Facebook, sperando di trovare qualcuno in grado di aiutarli.

A Tim viene consigliato di contattare un’insegnante della Westerly High School. La risposta non si è fatta attendere.

Dan McKena, che insegna da 27 anni, ricevuta l’e-mail di Tim propone subito l’idea ad un suo studente, Mason Heald, che insieme ad altri 14 studenti inizia a costruire una fermata in legno. “Non volevamo che Ryder sedesse fuori sotto l’ombrellone per tutto l’inverno”, ha affermato l’insegnante a Fox News. Dan non voleva fermarsi per poter finire il lavoro il più presto possibile. Dopo un mese la costruzione era finita. La casetta ha due finestre ed è conforme agli standard dell’ADA, Americans with Disabilities Act.

Tutta la comunità è stata con Ryder

Non è il primo progetto di benificenza. Le classi di Tecnologia delle costruzioni hanno realizzato diversi lavori per Westerly (Rhode Island, dove è ambientata la storia) per più di vent’anni.Ogni tavolo da picnic e gabbiotto per bagnino di Westerly lo hanno costruito loro, garantisce Dan.

La storia di Ryder, invece, “è stata pubblicata sui social media ed è esplosa e decollata”. Per l’insegnante i suoi studenti devono sì imparare gli aspetti tecnici legati alla costruzione e le attrezzature, ma anche ad essere coinvolti nella loro comunità.

E in questo senso i loro progetti danno un grande contributo.

The Home Depot, una catena che vende prodotti per la manutenzione domestica, ha contribuito mettendo a disposizione della legna dal valore di 300 dollari. La famiglia di Ryder ha pagato il resto, aggiungendo una lampada termica per l’inverno, mentre uno sconosciuto ha lasciato una coperta.

Una fermata per il bambino, la reazione del padre

Il senso di comunità ha commosso il padre del bambino che in merito alla dimensione della casetta aggiunge: “È perfetta e poiché è conforme all’ADA, siamo in grado di stare dentro con lui.

Ryder può essere ansioso, quindi avere uno di noi con lui è molto importante”.

L’insegnante McKena è orgoglioso dei suoi studenti, collaborativi e ansiosi di proseguire il lavoro ogni mattina. La famiglia di Ryder ha inviato al professore una foto con il bambino sorridente all’interno della nuova fermata. “Ne è valsa la pena e l’ho condivisa con gli studenti coinvolti nella costruzione”, afferma all’emittente televisiva WJAR.

Potrebbe interessarti