Cronaca Italia

Terremoto di magnitudo 4.1 a largo della Calabria: la scossa avvertita distintamente in Sud Italia

Un terremoto di magnitudo 4.1 si è verificato a largo della Calabria, a una profondità di 165 chilometri che ha fatto sì che la scossa fosse avvertita in buona parte del Sud Italia.
sismografo

Una scossa di terremoto di magnitudo 4.1 con epicentro nel Mar Tirreno è stata avvertita in Calabria e in buona parte del Sud Italia. Il terremoto ha avuto epicentro a largo di Vibo Valentia, a una profondità di 165 chilometri, come informa l’INGV. Diverse le testimonianze dei cittadini che avrebbero sentito la scossa che, secondo le informazioni iniziali, non avrebbe causato danni o vittime.

Vibo Valentia, terremoto di magnitudo 4.1 a largo della Calabria

La scossa di magnitudo 4.1 è stata registrata alle 22.17 a una profondità di 165 chilometri, che proprio per questa caratteristica ha visto affievoliti gli effetti ma ha reso possibile avvertire il terremoto in buona parte del Sud Italia, fino in Puglia.

La profondità indicherebbe inoltre che il sisma sarebbe dovuto allo sprofondamento di una zolla litosferica (la parte più esterna della crosta terrestre) sotto l’altra, in questo caso la placca ionica che scivola sotto la Calabria.

L’epicentro è stato tra Capo Vaticano e le Isole Eolie, nel golfo di Gioia Tauro. Non si sono registrati danni o feriti, solo momenti di spavento da parte della popolazione. La scossa sarebbe stata di breve durata ma sarebbe stata avvertita distintamente.

Scossa in Calabria, ironia sul web: “Non ci facciamo mancare nulla…”

Fortunatamente la scossa di terremoto in Calabria non ha avuto effetti significativi, a parte scatenare gli utenti dei social in una giornata certamente già preoccupante per le notizie che arrivano dall’Ucraina.

Tra #covid #guerra e #terremoto non ci facciamo mancare nulla …“, si legge su Twitter, un pensiero condiviso da molte altre persone.

Sto quasi pensando di andare a cercare la scatola per giocare a Jumanji, sperando di venire risucchiata dentro“, “Proprio oggi dicevo con mia madre ‘manca giusto il terremoto sto periodo’“, “Anche meno, grazie” sono alcuni dei messaggi che si sono succeduti.

Potrebbe interessarti