Economia

Famiglie, in Italia sono sempre meno numerose, molte di un solo componente: i dati Istat

Secondo i dati diffusi dall'Istat, in riferimento al Censimento del 2019, cresce il numero delle famiglie italiane. Diminuisce, però, il numero di famiglie numerose.
Famiglie in Italia sempre più piccole

Secondo quanto emerge dall’ultimo Censimento diffuso dall’Istat, risalente al 2019, la popolazione residente in Italia che vive in famiglia è pari a 59.641.488 individui. I cittadini che vivono, invece, in convivenza anagrafica cioè in istituiti di cura, ospizi e altri tipi di residenza sono 382.067. Da questi dati emerge che rispetto al Censimento del 2011, le famiglie nel nostro Paese sono in aumento del +5%, passando da 24.611.766 a 25.851.122 nuclei famigliari. Se considerassimo i dati risalenti al 1971, le famiglie sono aumentate di 10 milioni. Tuttavia, diminuisce il numero medio dei componenti famigliari, passando da 3,25 a 2,29.

Famiglie unipersonali, aumentano i nuclei con un solo componente

Lo scenario demografico italiano è variato profondamente negli ultimi 50, con il calo della popolazione e l’aumento dell’età media della popolazione, crescono le famiglie unipersonali. In particolare, i nuclei famigliari con un solo componente sono pari al 35,1% del totale, in aumento rispetto al 1971 dove erano il 12,9%. Perciò, secondo i dati, il 15% degli italiani attualmente vive da solo.

Di conseguenza sono diminuite le famiglie con più componenti, 50 anni fa i nuclei famigliari formati da 5 persone erano il 21,5% del totale.

Mentre nel 2019 le famiglie numerose rappresentano appena il 5%.

Famiglie numerose, si trovano prevalentemente al Sud

La maggior parte delle famiglie numerose, da 5 componenti, è presente nel Sud Italia (6,9%) e nelle isole (5,5%). La situazione è leggermente differente nel resto d’Italia: nella zona Nord-Occidentale le famiglie numerose sono pari al 4,1% contro il 4,9% della zona Nord-orientale e del 4,6% del centro.

La differenza tra le varie regioni è decisamente meno marcata rispetto al 1971, in quegli anni una famiglia su tre del Sud era di almeno 5 persone mentre al Nord-Ovest le famiglie numerose erano il 14% del totale.

Nei 26 comuni con più di 150mila abitanti, il numero di famiglie è passato da 5.073.253 del 2011 (20,6% del totale) a 5.491.564 del 2019 (21,2%). Questi dati indicano una tendenza, che ormai prosegue da diversi anni, di sgretolamento del numero di componenti per ogni nucleo famigliare, anche nelle famiglie del Meridione, zone in cui era abituale avere famiglie molto numerose.

Potrebbe interessarti