Economia

Petrolio: il presidente Joe Biden annuncia lo sblocco delle riserve mentre l’Opec+ si riunisce

Il presidente Joe Biden ha annunciato lo sblocco delle riserve nazionali di petrolio. Saranno rilasciati 1 milione di barili al giorno, per un totale di 180 milioni.
Il presidente Biden sblocca le riserve di petrolio

Durante la giornata del 31 marzo, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, ha annunciato lo sblocco di 1 milione di barili di petrolio al giorno. Il presidente, nel suo discorso alla Casa Bianca, ha spiegato che l’obiettivo è quello di arginare l’impatto del prezzo del petrolio e contrastare i problemi di fornitura dovuti alla guerra in Ucraina. “È il più grande rilascio della nostra riserva nazionale nella nostra storia”, ha commentato il presidente Biden. La conferenza del leader degli Usa, è avvenuta nel giorno in cui si è riunito l’Opec+ (Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio), a cui ha partecipato anche la Russia.

Opec+: la decisione sulla produzione di petrolio  

Come riporta Ansa, la riunione dell’Opec+ si è conclusa con la decisione di un incremento graduale e contenuto della produzione di petrolio. L’accordo è di aumentare la produzione per il mese di maggio a solo 432mila barili al giorno, in linea con il piano stabilito mesi fa in vista della ripresa post-Covid. Ignorata la richiesta dell’Occidente di incrementare l’output di greggio sul mercato.

Secondo l’organizzazione la tensione è causata dai problemi geopolitici, perciò la decisione è di aumentare leggermente la produzione per il mese di maggio, da 400mila a 432mila barili al giorno.

La prossima riunione si svolgerà il 5 maggio.

Joe Biden sblocca le riserve di petrolio, la reazione dei mercati

Il presidente Joe Biden per potere contrastare l’inflazione e rincari dei carburanti, ha annunciato il rilascio di 1 milione di barili al giorno per i prossimi 6 mesi, per un totale di 180 milioni di barili.

Il leader americano aveva già utilizzato questa strategia, a novembre aveva rilasciato 50 milioni di barili mentre a marzo ne aveva sbloccati altri 30. La mossa ebbe scarsi risultati, ora invece il presidente ha scelto di azzardare per poter contrastare il rincaro della benzina.

In seguito alla dichiarazione di Joe Biden, il prezzo del petrolio scende, dopo l’impennata record di marzo. Il Wti torno sotto i 100 dollari al barile, arrivando a 98,99 dollari. Mentre il prezzo del petrolio Brent è sceso a 103,72 dollari.

Potrebbe interessarti