Cronaca dal Mondo

Uccide il suo insegnante a colpi di machete: brutale omicidio in una scuola superiore, svelato l’atroce motivo

Uno studente uccide il suo insegnante con il machete poi si dà alla fuga. L’episodio brutale proviene da una scuola superiore: tutta la vicenda, i fatti, il movente, i soccorsi.
omicidio scuola praga

È bocciato ad un esame, ma il giorno dopo torna a scuola e ,armato di machete, uccide l’insegnante colpendolo varie volte con l’arma, poi si dà alla fuga. È questo l’orrore che è avvenuto in una scuola superiore a Praga, in Repubblica Ceca. Tutta la vicenda.

Uccide l’insegnante a colpi di machete: i fatti

Il brutale omicidio è avvenuto poco prima di mezzogiorno, in una scuola secondaria professionale di Praga, quando si stavano ancora svolgendo le regolari lezioni. Il ragazzo ha colpito il suo insegnante, reo della bocciatura del suo assassino, con un machete più volte e in modo brutale, per poi abbandonare l’arma sul posto e darsi alla fuga lanciandosi da una finestra.

Seguendo le ricostruzioni dell’accaduto, l’aggressione non sarebbe avvenuta in un’aula, ma nel corridoio del quarto piano dell’Istituto. Nel giro di un’ora, grazie a continue ricerche degli agenti in auto e in elicottero, fortunatamente, il ragazzo è stato raggiunto dalla polizia che lo ha arrestato.

Il Ministro dell’Istruzione Petr Gazdík ha dichiarato che l’autore dell’aggressione finita in omicidio è un allievo della scuola, tesi confermata anche dal preside della scuola stessa. La polizia di Praga, inoltre, riporta che il ragazzo “ha attaccato un insegnante con un machete prima di mezzogiorno.

Purtroppo l’insegnante è morto nell’attacco“.

Il portavoce della polizia locale ha aggiunto, inoltre, che: “Al momento dell’incidente, c’erano circa 150 studenti nella scuola e la polizia ha creato un’area di sicurezza attorno all’Istituto“. In seguito, dopo essersi assicurati che la zona circostante fosse sicura, gli agenti hanno concesso agli altri studenti di tornare a casa.

Il movente del brutale omicidio

Come già accennato il preside della scuola in cui si è consumato l’omicidio ha precisato che “l’aggressore è uno studente del terzo anno” e che, invece, l’insegnante che ha perso la vita era “un operatore della scuola da lungo tempo”.

Stando alle parole del Ministro dell’istruzione Gazdík, alla base dalla brutale aggressione perpetrata nei confronti del professore ci sarebbe “un conflitto tra l’insegnante e lo studente […] un contrasto con l’insegnante per un esame” aggiungendo inoltre che: “Ieri lo studente ha avuto un fallimento scolastico“.

Professore colpito con un machete: i soccorsi

I medici soccorritori accorsi sul posto hanno tentato con tutte le loro forze e con tutte le speranze di rianimare il professore, ma purtroppo senza risultati positivi.

Il loro portavoce, infatti, ha dichiarato-come riportano i media locali: “Abbiamo lottato per salvare vita di un uomo che ha riportato ferite molto gravi a causa di un machete. Sfortunatamente, nonostante tutti gli sforzi dei soccorritori, non è stato possibile salvarlo”.

Potrebbe interessarti