Vai al contenuto

Incidente in funivia in India: turisti sospesi nel vuoto da ore, uno precipita e muore durante i soccorsi

Pubblicato: 12/04/2022 09:54

Un gruppo di turisti sarebbe sospeso a mezz’aria da almeno 40 ore a seguito di un grave incidente in funivia in India, e uno di loro sarebbe precipitato durante i soccorsi finendo per perdere la vita. Il dramma si sarebbe consumato in diretta davanti alle tv nazionali: il caso sta tenendo il Paese incollato agli schermi mentre diversi elicotteri cercano di portare in salvo tutti, una persona alla volta.

Incidente funivia in India: turisti sospesi da ore, uno precipita e muore in diretta

Da ore l’India vive momenti di grande apprensione e l’intero Paese è appeso a un filo di speranza: sono ancora in corso, secondo quanto confermato dalle autorità locali, le delicate operazioni di soccorso a seguito di uno scontro tra almeno 3 cabine lungo una funivia di Trikut, nel Jharkhand. Al momento dell’incidente, decine i turisti coinvolti e attualmente sarebbero rimasti in 5, da 40 ore sospesi nel vuoto, ad attendere che i soccorritori li raggiungano.

Nella serata di ieri, dramma nel dramma: oltre alle 3 vittime decedute durante l’impatto che avrebbe poi causato il blocco della funivia, un’altra sarebbe morta durante le difficili fasi di recupero. La tragedia, riferisce Ansa, si sarebbe consumata in diretta mentre tantissime persone seguivano l’intervento sul posto.

I turisti rimasti intrappolati in cabina, infatti, vengono prelevati uno ad uno per essere portati a terra con l’elicottero, agganciati a un cavo. Rakesh Nandan, 50 anni, sarebbe precipitato da un’altezza di circa 450 metri di altezza per l’apertura di una cinghia di sicurezza impiegata nell’ultimo step del salvataggio.

Incidente funivia India: la situazione dal luogo dello scontro

L’intera India, da quasi 2 giorni, sta seguendo le operazioni di soccorso con il fiato sospeso. Sui social le autorità locali hanno diffuso alcune immagini che restituiscono una chiara istantanea della portata dell’intervento.

L’attività sarebbe ripresa questa mattina all’alba, dopo l’interruzione temporanea a causa della scarsa visibilità notturna. Entro oggi, avrebbero assicurato i soccorritori, tutti i turisti rimasti bloccati nelle cabine, a cui sono stati forniti acqua e cibo nel corso delle ore, dovrebbero essere messi in salvo. La funivia di Trikut, nel distretto indiano di Deoghar, è la più lunga del Paese e si sviluppa su un percorso di 800 metri. L’allarme è scattato nella notte di domenica 10 aprile e i primi elicotteri sono entrati in azione all’alba di ieri.

Continua a leggere su TheSocialPost.it